Come verificare il calcolo dell’importo del Reddito di cittadinanza da parte dell’Inps

Dal 14 Maggio 2019, l’Inps ha aggiornato il servizio online dell’Inps: Reddito di cittadinanza e Pensione di cittadinanza, evidenziando il calcolo dell’importo del beneficio Rdc e Pdc. Perché l’importo è di solo 40 euro? Come verificare che l’importo del Reddito di cittadinanza sia corretto? Vediamolo insieme in questa guida utile.

Calcolo Reddito di cittadinanza Inps: come controllare?

Molti utenti si stanno chiedendo il motivo dell’importo così basso del reddito di cittadinanza, quando era stato promesso una cifra di 780 euro per persona. Bisogna sempre prendere con le pinze le dichiarazioni di qualsiasi politico, perché poi si potrebbero avere brutte sorprese. Il reddito di cittadinanza spetta per intero (780 euro), per coloro che non hanno un reddito familiare e che risiedono in una casa di abitazione con contratto di affitto registrato, inserito sul modello Isee 2019.

Fissiamo alcuni punti. Il reddito di cittadinanza e la pensione di cittadinanza spetta:

  • a decorrere dal mese successivo dalla presentazione della domanda (per le domande inviate a maggio, il beneficio decorre da Giugno 2019)
  • le domande presentate con Rdc com, comprese di tutta la documentazione richiesta, saranno istruite entro 60 giorni dalla presentazione,
  • le richieste Rdc e Pdc, inviate dal 6 in poi, avranno un esito entro la fine del mese successivo,
  • il pagamento mensile della misura reddito e pensione di cittadinanza avviene mensilmente, alla fine di ogni mese, dopo la lavorazione mensile dell’Inps e della rendicontazione delle poste (accredito effettivo sulla carta),
  • nel caso in cui un componente familiare inizia un lavoro durante la fruizione del reddito di cittadinanza, bisogna comunicare il reddito presunto con il Modello Rdc com esteso (Il reddito di cittadinanza è compatibile con la disoccupazione Naspi e l’attività lavorativa autonoma o subordinata). In questo ultimo caso l’importo della ricarica diminuirà o la misura decadrà, se si superano le soglie minime di reddito.

Stato domanda Reddito di cittadinanza: servizio online Inps

Per visualizzare l’esito della pratica Reddito di cittadinanza e Pensione di cittadinanza, bisogna accedere al servizio online dell’Inps: Reddito di cittadinanza e pensione di cittadinanza. Inserisci il codice fiscale ed il Pin Inps, Spid o Carta nazionale dei servizi. Sei entrato nel servizio online Inps. Nel menu a sinistra clicca: GESTIONE DOMANDA – ESITI

Servizio online Inps Reddito di cittadinanza e pensione di cittadinanza

Servizio online Inps Reddito di cittadinanza e pensione di cittadinanzaIn seguito controlla lo Stato della domanda: Accolta o Respinta e clicca su quadri esito, per controllare la lavorazione del mese, l’importo del pagamento o il motivo della reiezione della domanda

Potrebbe interessarti anche  Rimborso 730 pensionati 2019: quando e a chi spetta
Domanda reddito di cittadinanza accolta
Domanda reddito di cittadinanza accolta

Visualizzerai:

  1. i dati della domanda,
  2. la mensilità lavorata o in lavorazione, con tutti i pollici verdi verso l’alto,
  3. la disposizione del pagamento dell’Inps, (quando l’Inps, dopo aver verificato il requisito, autorizza le poste ad effettuare il pagamento)
  4. la rendicontazione della posta (la data effettiva di accredito sulla carta reddito di cittadinanza)
  5. l’importo disposto.

Cliccando sull’importo, in corrispondenza della freccia rossa, potrai controllare come l’Inps ha determinato il beneficio economico del Reddito e della pensione di cittadinanza

Importo disposto Reddito di cittadinanza

Come verificare il calcolo dell’importo Reddito di cittadinanza?

Dopo aver cliccato l’importo disposto dall’Inps, verifica il calcolo elaborato dall’Istituto. Il reddito e la pensione di cittadinanza si determina in base a due elementi (Circolare Inps n. 43):

  • Quota A: importo lordo del reddito e pensione di cittadinanza – Reddito familiare anno 2017 indicato sul modello Isee 2019,
  • Quota B: importo del contributo anno di locazione o contributo annuo per il pagamento della rata del mutuo.

Nel seguente esempio, il nucleo familiare è composto da 3 persone (due adulti ed un minorenne di 2 anni di età), con un contratto di affitto registrato. Spetta per questo nucleo un importo di:

  • 9600 euro lordo di reddito di cittadinanza (6000*1.6) – 4600,73 di reddito complessivo = 4.999,27
  • più 3360 (280 euro mensili) per il contributo dell’affitto.

In totale al beneficiario del reddito di cittadinanza spettano 696,61 euro, di ricariche mensili sulla carta reddito di cittadinanza.

Calcolo importo annuale Reddito di cittadinanza. Infine l’Inps indica la soglia massima del nucleo (Soglia massimo – Reddito complessivo familiare). Nell’esempio indicato:

  • 9360 * 1,6 = 14976 soglia massima lorda – 4600,73 di reddito complessivo familiare = 10.375,27

I calcoli sono fatti direttamente dall’Inps in base a tutti i dati indicati nella banca dati dell’Istituto. Perciò i calcoli effettuati dai beneficiali potrebbero essere differenti di qualche 10/20 euro.

Se la tua domanda è stata respinta, controlla prima di tutto sul servizio online dell’Inps (quadro esiti – pollici versi in basso) ed in seguito scrivi all’Inps con il servizio online Inps risponde:

Richiesta info Reddito di cittadinanza
Richiesta info Reddito di cittadinanza

Per sapere tutte le date di Pagamento del Reddito di Cittadinanza 2019, leggi la nostra tabella su questa pagina.

Riferimento normativoDecreto Legge n. 4/2019 convertito in Legge il 28/03/2019.

Consulenza Professionale Insindacabili.it
Hai bisogno di una Consulenza telefonica sul Reddito di cittadinanza o Pensione di cittadinanza, accedi alla nostra area di Consulenza online.

Valuta l'articolo
[Totali: 3 Media: 3.7]

6 Commenti

  1. Buon giorno. La mia pratica e stata accolta giorno 09/05 ed è stata caricata in posta l’importo disposto. Pero non ho ancora ricevuti sms per andare alla posta a prendere la card. Devo aspettare? o vado direttamente alla posta con il numero di protocollo per farmi dare la card?

    • Molti utenti hanno ritirato la carta rivolgendosi alla posta con il numero di protocollo. Di regola, però, bisogna attendere il messaggio da LavoroNew

  2. Innanzi tutto grazie per le utilissime informazioni che pubblicate. Una domanda: è possibile esplicitare senza ambiguità che il reddito familiare da considerare per il calcolo del RdC è il cosiddetto ISR, cioè l’Indicatore di Situazione Reddituale riportato nel prospetto dell’ISEE ?
    Praticamente in tutti gli articoli e negli esempi si cita sempre “il reddito familiare”, ma non viene espresso chiaramente in quale documento viene certificato. Grazie.

  3. La mia famiglia e’ composta da 5 persone io mia moglie e tre figli di cui uno disabile, dal giugno dell’ anno scorso non ho più un lavoro, ho fatto richiesta per il reddito di cittadinanza, ma con mia grande sorpresa ho ricevuto solamente € 51,00 in quanto nel 2017 avevo la busta paga. Dovrebbero attenersi alla situazione economica attuale e non a quella di due anni fa. Credo sia necessario rivedere il metodo di calcolo affinchè anche chi ha perso il lavoro di recente possa ricevere dal rdc una cifra adeguata al sostentamento della famiglia.

    • Ha perfettamente ragione, purtroppo la legge è così. Se è cambiata la sua situazione vada al CAF e faccia un Isee corrente.

Se ci sono dei commenti, troverai già la risposta al tuo quesito - Leggi prima di commentare ;)