Articolo aggiornato il 7 Gennaio 2020 da Nicola Di Masi

Congedo Paternità 2020: cos’è, requisiti, domanda Inps

L’articolo 1 comma 342 della legge di bilancio 2020, ha prorogato il congedo obbligatorio per i padri lavoratori dipendenti, passando dai 5 giorni dell’anno 2019 ai 7 giorni per l’interno anno 2020, con il pagamento di un’indennità giornaliera pari al 100% della retribuzione.

Congedo obbligatorio di paternità Inps 2020: a chi spetta?

Il congedo obbligatorio di 7 giorni lavorativi, spetta ai lavoratori dipendenti del settore privato (sono esclusi i dipendenti del comparto pubblico), dal 1° Gennaio 2020 al 31 Dicembre 2020, per i figli:

  • naturali;
  • adottivi;
  • affidatari.

entro e non oltre:

  • il quinto mese di vita del bebè (nel caso di nascita);
  • il quinto mese dall’adozione o dall’affidamento.

Spetta come periodo aggiuntivo a quello della madre, anche durante il congedo obbligatorio della mamma.

Congedo Paternità Inps 2020: quanti giorni spettano?

Al padre lavoratore dipendente, spettano sette giorni di congedo obbligatorio, anche non continuativi, dal 1° Gennaio 2020 al 31 Dicembre 2020, nel caso di parto della madre, adozione o affidamento. Il lavoratore, durante la fruizione di tale periodo, ha diritto ad un’indennità giornaliera pari al 100% della retribuzione percepita. L’indennità è pagata dall’Inps, corrisposta anticipatamente dal datore di lavoro e poi sottratta dal pagamento dei contributi del mese successivo, compensato con il modello F24. Per gli altri lavoratori, l’indennità del congedo obbligatorio di 7 giorni viene pagata direttamente dall’Inps.

Il lavoratore dipendente ha diritto ad un giorno in più di congedo facoltativo, solo se la madre rinuncia ad un giorno di congedo obbligatorio di maternità.

Domanda online 2020 congedo obbligatorio di paternità

Il padre lavoratore, per richiedere il congedo obbligatorio di 7 giorni, deve comunicare al datore di lavoro, 15 giorni prima dal congedo o dalla data presunta del parto, le date di assenza per il congedo obbligatorio. E’ meglio sempre comunicare per iscritto le date di fruizione del congedo.

A differenza dei lavoratori dipendenti, quando il pagamento arriva direttamente dall’Inps e non tramite il datore di lavoro, bisogna presentare una domanda online, accedendo al servizio online Inps: Maternità e congedo parentale, lavoratori dipendenti, autonomi e gestione separata. La domanda può essere inviata tramite:

  • gli uffici zonali di patronato;
  • il codice Pin dispositivo Inps o lo Spid;
  • il contact center Inps, chiamando il numero verde gratuito 803164 (da rete fissa e gratuito) ed il numero 06164164 (da telefono cellulare ed a pagamento.

E’ importante allegare alla domanda il modello Sr163, per ricevere il pagamento direttamente sul conto corrente o sulla carta prepagata.

Riferimenti normativi: Circolare Inps n. 40 del 14/03/2013Messaggio n. 591 del 13 Febbraio 2019

Consulenza Online
Hai bisogno di una consulenza online sul congedo obbligatorio dei papà 2020? Visita subito la nostra area dedicata di consulenza online.

2 Commenti

Se vi sono altri commenti, ti consigliamo di leggerli. La tua risposta potrebbe essere già qui

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui