Dichiarazione di responsabilità Inps online per invalidi civili: scadenza ICRIC

L’Inps, ogni anno, richiede al beneficiario di prestazione economiche di invalidità da parte dell’Inps, una dichiarazione di responsabilità denominata ICRIC, ICLAV o Acc- As o Ps, per il riconoscimento amministrativo di tali prestazioni. Cosa devo fare per inviare la dichiarazione di responsabilità?

Autocertificazione invalidi civili 2019: cos’è e scadenza?

Come ogni anno, i percettori di prestazioni economiche assistenziale, devono presentare una dichiarazione di responsabilità. Fino allo scorso anno, l’Inps inviava una lettera al domicilio dell’invalido o del pensionato, con l’indicazione di una stringa indicante il numero di matricola. Dal 2019 l’Inps, non invierà alcuna lettera per ricordare la presentazione della dichiarazione, salvo quelle che richiedono un sollecito esplicito degli anni precedenti (ad esempio per l’anno 2016).

Inoltre da quest’anno l’Inps, ha predisposto una Convenzione con il Ministero della Sanità, per la comunicazione dello stato di ricovero dei titolari di
indennità di accompagnamento. Quindi l’Inps, acquisirà le informazioni di ricovero, direttamente dal Ministero della salute, anche se come vedremo, è possibile anche inviarle online, la dichiarazione di non ricovero, con il Pin dispositivo Inps, lo Spid o la carta nazionale dei servizi.

La scadenza prevista per l’invio della dichiarazione di responsabilità, è il 31 Marzo 2019 (Aggiornamento: L’Inps ha prorogato sino al 30/04/2019), anche se l’Inps ogni anno, proroga di qualche mese la scadenza prevista. 

Icric 2019: come funziona?

Entro il 31 Marzo 2019 (Aggiornamento: L’Inps ha prorogato sino al 30/04/2019) bisogna presentare telematicamente all’Inps il modello:

  • Icric, per le dichiarazioni di eventuali ricoveri degli invalidi, titolari di indennità di accompagnamento (l’Inps dovrebbe acquisire i dati del ricovero direttamente dal Ministero della salute),
  • Iclav, per le dichiarazioni sullo svolgimento di una o più attività lavorative degli invalidi civili,
  • Icric minori, per i titolari di indennità di frequenza e di accompagnamento.

Nel caso di minori tra i 5 e 16 anni, si deve dichiarare:

  1. la cessazione della frequenza scolastica ed il cambio di scuola rispetto agli anni precedenti,
  2. il trasferimento ad altro Istituto scolastico,
  3. i riferimenti dell’Istituto scolastico, ossia nome della scuola, indirizzo, codice fiscale, email e pec.

I titolari di assegno sociale o pensione sociale, devono inviare il modello di Accertamento dei requisiti per assegno sociale e pensione sociale (Acc. AS-PS), nel quale devono dichiarare la residenza in Italia o all’estero ed eventuali ricoveri gratuiti.

Potrebbe interessarti anche  Quattordicesima Commercio 2019: quando viene pagata

I modelli Icric, Iclav ed Acc assegno sociale e pensione sociale, possono essere presentati:

  • tramite i centri di raccolta CAF, ad esclusione dei modelli ICRIC per indennità di accompagnamento,
  • con il Pin dispositivo Inps o lo Spid, in maniera autonoma,
  • contattando il contac center ai numeri veri dell’Inps.

Dichiarazione di responsabilità Inps online: come inviarla?

Per inviare la dichiarazione di responsabilità Inps online, bisogna accedere al servizio online dell’Inps: Dichiarazione di responsabilità ICRIC/ICLAV/ACC. AS.PS. Inserisci il codice fiscale, il Pin dispositivo Inps, lo Spid o la carta nazionale dei servizi.

Apparirà questa schermata. Clicca su acquisizione on-line ed in seguito su ricerca:

Dichiarazione di responsabilità 2019 Icric

Dichiarazione di responsabilità 2019 Icric

Come leggiamo nel testo in rosso, le dichiarazioni di tipo Icric Accompagnamento, possono essere dichiarate solo tramite le sedi Inps o le credenziali del cittadino. Clicca su inserimento nuovo modello.

Acquisizione online modello Icric 2019

Acquisizione online modello Icric 2019

Inserisci la data di presentazione, i tuoi dati, lo stato civile, conferma l’indirizzo di residenza ed inserisci un recapito di contatto. Clicca su avanti. Bisogna indicare nell’anno 2017 se il pensionato NON è stato ricoverato a titolo gratuito o è stato ricoverato a titolo gratuito. In questo ultimo caso, bisogna indicare le data di inizio ricovero e la data di fine del ricovero in Istituti di cura a carico totalmente dello Stato. Bisogna precisare che avviene la sospensione o la riduzione della prestazione, nel caso di ricoveri gratuiti a carico totale dello Stato superiori a 29 giorni.

Ricovero a titolo gratuito 2017

Ricovero a titolo gratuito 2017

In seguito conferma il periodo e clicca su avanti. Per inviare il modello ICRIC devi cliccare su trasmetti.

I titolari di invalidità civile, ossia i percettori dell’indennità di 285,66 euro nell’anno 2019, devono comunicare ogni anno, gli eventuali redditi derivanti da prestazioni lavorative. Questi soggetti per ricevere i pagamenti di tutto l’anno 2019, non devo superare i seguenti limiti di reddito:

  • euro 4906,72 lordi, nel caso in cui il richiedente abbia un’invalidità accertata tra il 74% ed il 99%;
  • euro 16.814,34 nel caso di inabili totali con invalidità pari al 100%.

Infine con il modello ACC. AS/PS, i pensionati titolari di assegno o pensione sociale Inps, devono dichiarare la residenza nel territorio Italiano ed i periodi trascorsi all’estero.

Consulenza online di insindacabili.it

Per qualsiasi consulenza telefonica personalizzata su questo tema, accedi all’area dedicata consulenza online.

Valuta l'articolo
[Totali: 5 Media: 5]

Seguici su Telegram

Posted by Nicola Di Masi

Nicola Di Masi, ideatore e creatore di contenuti per il sito insindacabili.it. Abilitato Consulente del Lavoro e responsabile Caf da Maggio 2008 a tutt'oggi. Ha lavorato come Consulente del Lavoro, come operatore di Patronato e ha coordinato le attività formative di un Organismo Formativo Accreditato.