Articolo aggiornato il 9 Aprile 2020 da Nicola Di Masi

Il reddito di cittadinanza è una misura di sostegno al reddito ed all’inserimento lavorativo dei disoccupati. La legge di bilancio 2019 ha finanziato 7,1 miliardi di euro per le due misure principali-simbolo del movimento 5 stelle, nello specifico:

  • il reddito di cittadinanza
  • la pensione di cittadinanza

Vi sono dei casi nei quali il Reddito di Cittadinanza può decadere, oppure nei quali può esserne ridotto l’importo economico. Ma procediamo con ordine, partendo dai Requisiti ufficiali richiesti per la presentazione della Domanda RdC.

Reddito di Cittadinanza: requisiti ed Isee

E’ possibile presentare la domanda Rdc e Pdc, a partire del 6 ogni mese. L’Inps verificherà i requisiti, entro la fine del mese successivo, dal momento in cui è stata acquisita la richiesta. Per le domande presentate (ad esempio) entro il 31 Maggio 2019, l’Inps controllerà i parametri entro la fine del mese di Giugno 2019 e così via nei mesi a seguire…

La circolare dell’Inps precisa inoltre che, i coniugi separati o divorziati che hanno la stessa residenza in un’abitazione, si considerano dello stesso nucleo familiare. (Anche se nel modello Isee 2019 è stato indicato diversamente) Pertanto i coniugi separati o divorziati, devono vivere in due residenze diverse, per non essere considerati nello stesso nucleo ai fini del Rdc.

L’Inps, in collaborazione con i Comuni Italiani, verificherà i requisiti di cittadinanza e residenza.
Mentre lo stesso Istituto, controllerà quanto indicato sul modello Isee 2019. Infatti è la dichiarazione Isee 2019 (redditi 2017), il modello di riferimento per l’accoglimento o l’approvazione della domanda.

Primo importante requisito: l’Isee della dichiarazione deve essere inferiore a 9360 euro:

Valore Isee Rdc esempio
Valore Isee Rdc esempio

Il valore del patrimonio immobiliare (non considerando l’abitazione principale) non deve superare 30.000 euro. (Patrimonio immobiliare del nucleo – la detrazione del patrimonio immobiliare riferente alla prima casa di abitazione). Invece l’indicatore del patrimonio mobiliare lordo (conti correnti, buoni, assicurazioni) deve essere inferiore:

  • 6000 euro per un solo componente familiare,
  • 8000 euro per due componenti familiari, (6000 + 2000 euro)
  • 10.000 euro per tre componenti familiari, (soglia massima)
  • 11.000 con una famiglia di 5 componenti (2 genitori e tre figli)
  • 12.000 con una famiglia di 6 persone (2 genitori e quattro figli)
  • 13.000 con un nucleo di 7 persone (2 genitori e cinque figli).

A questi importi bisogna aggiungere 5000 euro, per oggi componente con disabilità media (dal 67% al 99%), grave (100%) e non autosufficiente.

Valori Isee requisiti Rdc e Pdc 2019
Valori Isee requisiti Rdc e Pdc 2019

Quando si perde il Reddito di Cittadinanza? Decadenza e riduzione del RdC

Quando si perde il diritto alla ricezione del Reddito di Cittadinanza? Vi sono diverse circostanze che possono portare a questa situazione.
Di seguito procediamo con l’elenco dettagliato – Il Reddito di Cittadinanza decade quando almeno uno dei componenti del nucleo familiare:

  • non effettua la dichiarazione di immediata disponibilità al lavoro – DID;
  • non aderisce al Patto per il lavoro, cioè il Patto per l’inclusione sociale;
  • non partecipa, alle iniziative di carattere formativo o di riqualificazione o ad altra iniziativa di politica attiva o di attivazione – salvo caso in cui l’assenza sia giustificata;
  • non partecipa ai progetti di utilità collettiva, nel caso in cui il comune di residenza li abbia avviati;
  • non accetta almeno una di tre offerte di lavoro oppure, in caso di rinnovo, non accetta la prima offerta di lavoro;
  • non comunica l’eventuale variazione della condizione lavorativa, oppure effettua comunicazioni false, riscuotendo un beneficio economico RdC maggiore del dovuto;
  • non presenta la DSU aggiornata nel caso di variazione del nucleo familiare;
  • viene trovato intento a svolgere attività di lavoro dipendente, ovvero attività di lavoro autonomo o di impresa, senza averlo comunicato.

Le Principali sanzioni per il Reddito di Cittadinanza

Quali sono le principali sanzioni previste per chi dichiara il falso e/o omette la comunicazione delle variazioni socio/economiche in merito alla misura Reddito di Cittadinanza?

Chiunque presenta dichiarazioni o documenti falsi che attestano cose non vere oppure che omettono informazioni dovute è punito con la reclusione da due a sei anni.
La reclusione invece, da uno a tre anni nei casi in cui si omette la comunicazione all’ente erogatore delle variazioni di reddito o patrimonio, nonché di altre informazioni dovute e rilevanti ai fini della revoca o della riduzione del beneficio.
In tutti questi casi, è prevista la decadenza del RdC oltre alla restituzione di quanto indebitamente percepito.

Se l’interruzione del Reddito di cittadinanza avviene per motivi diversi dall’applicazione di sanzioni, il RdC può essere richiesto nuovamente per una durata che non superiori il periodo residuo non goduto.
Nel caso in cui lo Stop sia motivato dal maggior reddito derivato da una variata condizione lavorativa, l’eventuale successiva richiesta del Reddito di Cittadinanza equivale ad una prima richiesta.

Fonte Ufficiale, sito istituzionale del Reddito di Cittadinanza

Consulenza online degli esperti di insindacabili.it
Hai bisogno di una consulenza telefonica previdenziale? Visita subito la nostra area dedicata di consulenza online.

7 Commenti

  1. Salve, vorrei chiedere cosa succede se si perdono i requisiti per il reddito, io lo percepisco d’agosto 2019, a settembre mi sono sposato, ma mia moglie ha cambiato la residenza a gennaio 2020, cosí ho fatto fare subito un isee nuovo.Hanno voluto il suo saldo e giacenza 2018 e lei aveva un libretto cointestato con sua madre. Questo libretto (che oltretutto sua madre ha avuto un’urgenza e quei soldi non ci sono piú) ha alzato il nostro reddito e ora non mi hanno piú ricaricato la scheda dagli ultimi di gennaio. Vorrei sapere solamente se ti viene data una comunicazione quando tolgono il reddito, ho sempre la speranza che ricarichino la carta, ma questo non sapere per certo se ce l’ho ancora o mi é stato tolto, mi stressa troppo. Io recepisco il reddito pur avendo una piccolissima attività, tutto regolarmente segnalato (e questo la dice tutta, non riesco neanche a pagarmi tutte le incombenze che ho) , speravo di averlo per qualche mese nell’attesa di trovare altro, e ora sono in difficoltà. Quindi il fatto che non mi hanno ancora ricaricato la carta vuol dire che non ho piú il reddito? Grazie in anticipo, saluti.

    • E’ lei che deve controllare lo stato della domanda. Sicuramente la domanda è decaduta per cambiamento del nucleo familiare. Contatti il contact center e se è decaduta Il rdc, faccia una nuova domanda.

  2. Devo iniziare a marzo con una coperativa a marzo lavorero per sei mesi 25 ore la settimana mi spetta lo stesso il reddito reddito di cittadinanza al mese percepiro 600 euro mensili grazie

    • Io e Nicola Di Masi ringraziamo tutti voi per la collaborazione e le preziose informazioni che condividete con tutta la Community

      Cari saluti 😉

Se vi sono altri commenti, ti consigliamo di leggerli. La tua risposta potrebbe essere già qui

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui