Reddito di cittadinanza: perché l’importo è più basso del mese scorso?

Cosa succede all’importo del Reddito di Cittadinanza: “perché l’importo è più basso del mese scorso?
Tantissimi percettori del Reddito di Cittadinanza Inps, si stanno ponendo questo quesito per provare a capirne di più.

Proviamo ad approfondire insieme le possibili cause. Importo Rdc basso

Che cos’è il Reddito di Cittadinanza?

Il Reddito di Cittadinanza Inps è un sostegno per famiglie in difficoltà che mira al reinserimento nel mondo del lavoro e all’inclusione sociale. Il beneficio economico viene accreditato mensilmente su una nuova carta prepagata, diversa da quelle rilasciate per altre misure di sostegno, cosiddetta “Carta Rdc”.

Il pagamento del Reddito o Pensione di Cittadinanza avviene una volta al mese e l’importo erogato sulla Carta deve essere speso entro la fine del mese successivo.

Esempio: ricarica avvenuta a Maggio? L’importo deve essere speso entro il 30 Giugno, altrimenti le ricariche successive potrebbero prevedere una decurtazione del 20%.

Reddito di Cittadinanza: come verificare i pagamenti

Per verificare i pagamenti bisogna accedere con le proprie credenziali nell’area dedicata sul sito dell’Inps: https://bit.ly/2Of14Pf

Come controllare la domanda Reddito di cittadinanza
Come controllare la domanda Reddito di cittadinanza

Da qui sarà possibile controllare:

  • la data dell’invio di disposizione a Poste, da parte dell’Inps,
  • la data della Rendicontazione di Poste.
Pagamento Reddito di cittadinanza a Giugno 2019
Pagamento Reddito di cittadinanza

Nel momento in cui appare la data di invio disposizione a Poste, è possibile già verificare il saldo della Carta Reddito di cittadinanza e pensione di cittadinanza:

  1. contattando il numero verde Carta Rdc/Pdc: 800.666.888,
  2. oppure registrandosi sul sito di poste italiane.

Per chi ha inviato il modello RDC com esteso, durante la fruizione del Reddito di cittadinanza o per chi ha elaborato un nuovo Isee corrente, i tempi di accredito sono più lunghi, sia per il pagamento sulla carta prepagata e sia per il calcolo dell’importo.

E’ inoltre importante recarsi direttamente al Centro per l’Impiego, per firmare la dichiarazione di disponibilità al lavoro (DID) ed il patto di servizio, se non è stato già fatto in precedenza.

Potrebbe interessarti anche  Cosa si può comprare con la Carta Reddito di cittadinanza

RdC: perché l’importo è più basso del mese scorso?

Come detto in apertura di articolo, tantissimi cittadini hanno ricevuto un importo RdC inferiore rispetto al mese precedente.

L’importo RdC risulta essere più basso per le seguenti possibili motivazioni:

  • decurtazione delle mensilità del REI (Reddito di Inclusione), percepite nei primi mesi dell’anno;
  • ricontrollo da parte dell’Inps, del Reddito complessivo del nucleo familiare, indicato sul modello 730 o Modello dei Redditi Persone fisiche;
  • comunicazione dal parte del richiedente del modello Rdc com esteso,
  • variazione di importo, in base alla comunicazione Unilav del datore di lavoro (perché ad esempio, il richiedente ha svolto un periodo lavorativo durante la percezione del Rdc),
  • calcolo e decurtazione da parte dell’Inps, dei trattamenti assistenziali, dei bonus del Comune o di altre agevolazioni economiche, percepiti durante la fruizione del Rdc (ad esclusione del bonus bebè e dell’indennità di accompagnamento).

Per controllare questa variazione dobbiamo consultare il calcolo dell’importo sul servizio online: Reddito di cittadinanza e pensione di cittadinanza.

Qui di seguito riportiamo un esempio: confronto tra importo RdC per i mesi di Maggio e Giugno. Importo Rdc più basso

Importo Carta RdC a Giugno (esempio)

Reddito di cittadinanza importo basso Giugno 2019
Reddito di cittadinanza importo basso Giugno

Importo Carta RdC a Maggio (esempio)

Importo reddito di cittadinanza più basso a giugno 2019
Importo reddito di cittadinanza Maggio

Vi sono circa 40 euro in meno (in altri casi può essere maggiore) perché il richiedente, ha percepito nei primi mesi dell’anno, tre ricariche REI di 495,18 euro in totale.
Nell’esempio è variato l’importo del Reddito complessivo Quota A:

  • nel mese di Maggio è di euro 5358,00,
  • nel mese di Giugno è di euro 4862,82. (5358 euro – 495,18 di REI)

Questa variazione della Quota A, determina una modifica dell’importo.

Se invece non vi fossero state particolari variazioni, consigliamo di controllare il 730 o il modello unico dell’anno precedente e di chiedere informazioni per iscritto all’Inps, attraverso il servizio online Inps risponde online.

Riferimenti normativi: Circolare Inps n. 43 del 20/03/2019

Consulenza online degli esperti di insindacabili.it
Hai bisogno di una consulenza online sul Reddito e Pensione di cittadinanza? Visita subito la nostra area dedicata di consulenza online.

Valuta l'articolo
[Totali: 5 Media: 4.2]

12 Commenti

  1. Qual é il motivo x cui nel mese di luglio,dopo due mensilità di 774,abbiamo percepito solo 250euro?e sarà lo stesso anche x i prossimi mesi o torneremo alla cifra iniziale?

  2. Buongiorno signor masi quando saranno sbloccate le domande di reddito di cittadinanza in evidenza alle sede grazie non è giusto uno prenep il reddito è quelli in evidenza stanno aspettando da molto aspetto una vostra risposta grazie in anticipo
    Distinti saluti

    • Dipende dal diminuzione del suo reddito complessivo, controlli sul servizio online dell’Inps: Reddito di cittadinanza e pensione di cittadinanza.

  3. I gestori del canale social di INPS hanno ripetutamente postato sulla pagina Facebook “INPS per la Famiglia” il seguente messaggio, riportato qui fra virgolette:
    “Ai soli fini del Rdc, il reddito familiare è determinato al netto dei trattamenti assistenziali eventualmente inclusi nell’ISEE ed inclusivo del valore annuo dei trattamenti assistenziali, in corso di godimento da parte dei componenti il nucleo familiare, fatta eccezione per le prestazioni non sottoposte alla prova dei mezzi. Tra questi trattamenti, a partire dal rinnovo del mese di giugno, è stato considerato anche il REI, per le sole mensilità di competenza 2019 percepite”.
    La invito a farsi parte diligente di approfondire le seguenti argomentazioni che anche io ho ripetutamente postato su quella pagina FB di INPS, peraltro senza riscontro.
    Se rilegge il testo del messaggio di INPS, potrà rilevare che:
    A ) Si parla di “rinnovo del mese di giugno”, correttamente, perche OGNI mese INPS riverifica la sussistenza dei requisiti per riconoscere il RdC, e OGNI mese ricalcola sia la Quota A sia la Quota B del RdC annuo e mensile, e ciò è DOCUMENTATO dal prospetto di calcolo che ogni utente dal 14/5/2019 può acquisire previo accesso online. Nel mese di giugno, il reddito familiare è stato calcolato inclusivo di un trattamento assistenziale, il REI 2019, che NON E’ IN CORSO DI GODIMENTO da parte di chi percepisce il RdC, in quanto il REI è automaticamente DECADUTO all’atto della accettazione della domanda di RdC. Addirittura INPS, con sommo disprezzo dello stato di bisogno di innumerevoli famiglie, ha sospeso il REI anche a chi non ha ancora ricevuto accettazione della domanda di RdC !!.
    B ) Il REI, addirittura quello del 2019, è stato “considerato” fra i trattamenti assistenziali di cui rendere inclusivo il reddito familiare. Ebbene, la Legge 26/2019 di conversione del Decreto n. 4/2019 sul RdC, all’art 2 comma 7 (SETTE), prescrive che: “Ai soli fini DELL’ACCERTAMENTO DEI REQUISITI PER IL MANTENIMENTO DEL RDC, al valore dell’ISEE di cui al comma 1, lettera b) , numero 1), è SOTTRATTO l’ammontare del Rdc percepito dal nucleo beneficiario eventualmente incluso nell’ISEE, rapportato al corrispondente parametro della scala di equivalenza. PER L’ACCESSO AL RDC sono PARIMENTI SOTTRATTI nelle medesime modalità, gli ammontari eventualmente inclusi nell’ISEE relativi alla fruizione del sostegno per l’inclusione attiva, DEL REDDITO DI INCLUSIONE ovvero delle misure regionali di contrasto alla povertà oggetto d’intesa tra la regione e il Ministero del lavoro e delle politiche sociali al fine di una erogazione integrata con le citate misure nazionali”.
    L’INPS, a partire dal mese di giugno, in sede di accertamento ogni mese della sussistenza dei requisiti per il RdC prima di effetuare il calcolo del beneficio, NON ha sottratto il REI già percepito al reddito familiare, lo ha AGGIUNTO.
    Quindi l’INPS, con la decurtazione che sta operando dal mese di giugno in danno a migliaia di famiglie che hanno percepito il REI nei primi tre mesi del 2019, sta violando la Legge 26/2019 sul RdC, in particolare l’art. 2 sia per il comma 6 (vedasi mia argomentazione sub punto A), sia per il comma 7 (vedasi mia argomentazione sub punto B ).
    Per quanto riguarda l’impatto sulle famiglie indotto da questa illeggittima decurtazione da parte dell’INPS, le basterà scorrere la pagina FB di INPS per la Famiglia.
    La ringrazio per l’attenzione che vorrà applicare alle mie argomentazioni.

  4. Buongiorno posso chiederle una domanda ho fatto la domanda di rdc ho controllato la settimana scorsa risulta in evidenza alla sede perché avevo fatto ISEE con difformità è poi lo messo apposto più di un mese è mezzo per favore quando saranno sbloccate questi domande in evidenza è poi gli arretrati si prendono ho si perdono grazie in anticipo

    • Entro 75 giorni sarà sbloccata la sua domanda. Faccia un sollecito con Inps risponde online ed alleghi la sua attestazione.

Se ci sono dei commenti, troverai già la risposta al tuo quesito - Leggi prima di commentare ;)