Articolo aggiornato il 9 Agosto 2021 da Stefano Mastrangelo

Consultazione autorizzazione ANF

Come vedere l’esito dell’autorizzazione degli assegni per nucleo familiare? L’Inps da diversi mesi, non invia alcuna comunicazione inerente all’accoglimento della domanda di autorizzazione degli assegni familiari.

Quindi, per controllare lo stato della domanda ANF 42 (autorizzazione assegni familiari per single, separati o divorziati) bisogna accedere al servizio online dell’Inps.

Ricordiamo che l’autorizzazione per gli assegni familiare, serve, nella maggior parte dei casi, ad autorizzare un solo genitore alla percezione degli assegni familiari o per richiedere l’inclusione di determinati componenti familiari, oppure per ottenere una maggiorazione degli stessi.

Chi deve richiedere l’autorizzazione degli assegni familiari?

L’autorizzazione degli assegni familiari, denominata ANF 42, è richiesta dall’Inps: ai percettori di disoccupazione Naspi o ai lavoratori dipendenti nel settore privato. Prima di presentare la domanda degli assegni familiari (servizio online aziende attive), i lavoratori dipendenti devono presentare la domanda ANF42:

  • per includere all’interno del nucleo familiare ai fine della percezione dell’anf, fratelli, sorelle, nipoti;
  • per i genitori non sposati (celibi o nubili), che vogliono richiedere gli assegni per i figli,
  • per i genitori separati o divorziati legalmente; per questo tipo di domanda è importante allegare la sentenza di separazione o divorzio con il timbro della cancellazione;
  • quando bisogna aumentare i livelli reddituali, soprattutto quando ci siamo nuclei familiari monoparentali o con componenti inabili;
  • quando il coniuge non sottoscrive la dichiarazione sul modello ANF/DIP, da presentare al datore di lavoro.

Mentre per i percettori di Naspi, l’autorizzazione assegni familiari Anf 43 è necessaria:

  • per i figli ed equiparati, di coniugi separati o divorziati legalmente,
  • per i figli nati fuori dal matrimonio e da precedente matrimonio, riconosciuti da entrambi i genitori;
  • per i nipoti in linea retta dei nonni;
  • per i fratelli, sorelle ed orfani di entrambi genitori non avendo diritto alla pensione di reversibilità;
  • per i familiari minori incapaci;
  • per i minori in accasamento etero familiare;
  • per i familiari maggiorenni inabili che non possono attestare l’invalidità al 100%;
  • per i familiari di cittadini italiani, comunitari e stranieri residenti in paesi Convenzionati con l’Inps;
  • per figli ed equiparati, che siano studenti o apprendisti, di età superiore ai 18 anni compiuti ed inferiore ai 21 anni compiuti. Tali componenti devono far parte di nuclei familiari, con almeno 4 figli, tutti di età inferiore ai 26 anni;
  • quando il coniuge non sottoscrive la dichiarazione sul modulo ANF/DIP da presentare al datore di lavoro.

Per chi rientra tra queste categorie di richiedenti, senza l’autorizzazione, non potrà mai ricevere gli assegni familiari.

Come richiedere autorizzazione Inps per assegni familiari?

Per ottenere il modulo ANF43, ossia l’autorizzazione del richiedente a percepire gli assegni familiari, bisogna presentare una domanda sul servizio online Inps: Assegno al nucleo familiare (ANF): autorizzazioni. E’ possibile accedere con lo SPID, il Pin Inps dispositivo, la carta nazionale dei servizi oppure la carta di identità elettronica.

Anf 42 domanda telematica
Anf 42 domanda telematica

In seguito bisogna cliccare su Nuova domanda per richiedere l’autorizzazione, per la prima volta, oppure Rinnova domanda, per aggiornare l’autorizzazione scaduta.

Alla domanda è necessario allegare:

  • documento d’identità del richiedente;
  • autocertificazione stato di famiglia;
  • dichiarazione (modello Ap17 Inps) dell’altro genitore, in caso di coniuge legalmente separati o divorziati o non sposati. In tal caso, bisogna allegare alla dichiarazione, il documento d’identità non scaduto dell’altro genitore e nel testo del modulo bisogna scrivere: ” Dichiaro non di percepire e di non aver fatto domanda degli assegni familiari di mio figlio/a (nome e cognome e codice fiscale) ed autorizzo il genitore (Nome e cognome genitore richiedente anf 42) a chiedere gli assegni familiari di mio figlio/a (nome, cognome e codice fiscale),
  • eventuale sentenza di separazione o divorzio, con l’omologa allegata. Tutti i documenti e le date devono essere leggibili.

Gli allegati devo avere una dimensione inferiore a 2 MB. L’autorizzazione degli assegni familiari è possibile richiederla anche con una data arretrata. Per visionare la procedura completa, ti consigliamo di leggere il nostro articolo: Modello Anf Inps.

Come controllare Autorizzazione ANF assegni familiari Inps?

Come abbiamo accennato all’inizio del nostro articolo, l’Inps, da diversi mesi, non pubblica sulla cassetta postale online e non invia più al domicilio del richiedente, la lettera di accoglimento (modello ANF 43) dell’autorizzazione degli assegni familiari.

Quindi cosa fare per controllare lo stato della domanda autorizzazione ANF 43?

Prima di tutto, bisogna accedere al servizio online Inps: Assegno al nucleo familiare (ANF): autorizzazioni con le proprie credenziali e cliccare su: Consultazione domande.

Come controllare autorizzazione ANF 43
Come controllare autorizzazione ANF 43

Se la domanda è in stato: STAMPATA ed ACCOLTA, cliccando su dettaglio e scorrendo verso il basso, è possibile consultare la data di inizio decorrenza e data di scadenza dell’autorizzazione ANF.

Stato domanda autorizzazione assegni familiari
Stato domanda autorizzazione assegni familiari

Nell’esempio la data di inizio decorrenza è il 01/01/2019. Mentre la data di scadenza del modello ANF 43 è il 30 giugno 2020. Quindi il primo luglio 2020, il richiedente doveva rinnovare la domanda dell’autorizzazione degli assegni familiari.

Dopo aver ricevuto l’autorizzazione, il lavoratore o il disoccupato deve provvedere ad inviare la domanda all’Inps, con le diverse procedure telematiche, per ottenere sulla busta paga o sulla Naspi, gli assegni familiari.

Consulenza del team di insindacabili.it
Per qualsiasi consulenza personalizzata per ricevere l’autorizzazione degli assegni familiari, anche arretrati, accedi alla nostra area dedicata di consulenza online.

Se vi sono altri commenti, ti consigliamo di leggerli. La tua risposta potrebbe essere già qui

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui