Le date di pagamento carta REI 2019 Inps: quando arrivano le ricariche?

Quali saranno le date di pagamento della carta REI nel 2019? Il Reddito di inclusione REI, è uno strumento a sostegno delle famiglie povere, che non percepisco alcun ammortizzatore sociale dall’Inps (come la Naspi o la disoccupazione agricola). Anche nel 2019 si avrà diritto e si potrà richiedere il REI, sino a quando entrerà in vigore il reddito di cittadinanza 2019.

Reddito di inclusione REI 2019: chi può richiederlo?

Per aver diritto al reddito di inclusione, a partire da gennaio 2019, il richiedente e tutto il nucleo familiare, indicato sul modello Isee, non deve essere titolare:

  • di indennità di disoccupazione Naspi;
  • di indennità di disoccupazione agricola;
  • di altre prestazione a sostegno del reddito da parte dell’Inps;
  • non deve essere proprietario di imbarcazioni, auto o moto, immatricolati nei 24 mesi precedenti la richiesta del reddito di inclusione Rei. Sono esclusi gli autoveicoli ed i motoveicoli a favore di persone con disabilità.

REI 2019: I requisiti economici Inps

Dal primo Giugno 2018, possono presentare la domanda REI, tutti coloro che:

  • sono residenti in Italia da almeno due anni;
  • hanno la cittadinanza italiana, comunitaria o sono titolari di permesso di soggiorno di lungo periodo CE;
  • sono in possesso di un modello Isee, in corso di validità senza errori ed omissioni.

Se sei in possesso di questi requisiti, controlla i valori Isee ed ISRE del modello Isee. Per richiedere il rei 2019 deve risultare sull’attestazione Isee:

  • un’indicatore della situazione economica equivalente, non superiore a 6.000 euro;
  • un valore ISRE, non superiore a 3000 euro; (per calcolare l’Isre leggi il nostro articolo cliccando qui)
  • un valore del patrimonio immobiliare, esclusa la casa di abitazione, non superiore a 20.000 euro;
  • un valore del patrimonio mobiliare, non superiore a 6000 euro, aumentato di 2000 euro per ogni componente familiare diverso dal primo, con un massimo di 10.000 euro.

Dopo aver controllato i requisiti, puoi presentare la domanda o al caf convenzionato con il Comune oppure agli operatori sociali del tuo Comune di residenza. Insieme alla domanda REI 2019, dovrai presentare il modello REI COM, solo ed esclusivamente, se il reddito del nucleo familiare è cambiato dal 1° gennaio 2017. Questo modello lo utilizzerai, anche quando ci saranno delle variazioni lavorative, anche di un solo componente familiare. In seguito riceverai la lettera di accoglimento del REI ed un’altra comunicazione, al tuo domicilio, per ritirare la carta REI dall’ufficio postale. Per approfondimenti leggi il nostro articolo: Carta REI modulo di domanda dal 1° Giugno 2018.

Reddito di inclusione REI: quanto dura ed importi

Il reddito di inclusione REI dura 18 mesi e per le nuove domande durerà sino all’introduzione del reddito di cittadinanza. Per aver diritto, bisogna rispettare i requisiti economici e non superare le soglie di povertà reddituali (anche dopo l’invio del modello Rei Com), previste dal Ministero del lavoro:

Tabella del Ministero del Lavoro

Tabella del Ministero del Lavoro

Si avrà diritto ad un determinato importo in relazione:

  1. al numero dei componenti familiari;
  2. alla soglia di reddito di riferimento;
  3. ai bonus percepiti dall’Inps e dal Comune. Ricordiamo che dall’importo lordo del REI, vengo sottratti gli importi di tutti i bonus Inps, delle pensioni di invalidità civile, degli assegni sociali ed i contributi ricevuti dal Comune. Spetterà:
  • 187,50 euro, per un solo componente familiare e con una soglia di riferimento, in sede di prima applicazione, di 2250,00 euro;
  • 294,50 euro, con due componenti familiari e con una soglia di 3532,50 euro;
  • 382,50, per tre componenti familiari e con una soglia di riferimento in sede di prima applicazione, di euro 4590,00 euro;
  • 461,25 euro, con quattro componenti familiari, con una soglia di 5535,00 euro;
  • 534,37 euro, per cinque componenti familiari e con una soglia di riferimento in sede di prima applicazione di euro 6412,50 euro;
  • 539,82 euro, con 6 o più componenti familiari e con una soglia di riferimento di euro 6477,90.
Potrebbe interessarti anche  Date pagamento Bonus Bebè 2019: come controllare

Se l’importo del Rei 2019 è inferiore a 20 euro mensili, il totale dei 12 mesi, vieni pagato in un’unica soluzione annuale alla fine dell’anno.

Le date di pagamento carta rei 2019: come controllare le ricariche

Grazie al servizio online dell’Inps, REI reddito di inclusione, è possibile consultare la domanda REI, controllare la lavorazione mensile dei pagamenti e le date di disposizioni delle ricariche sulla carta rei.

Importantissimo: Per beneficiare correttamente del sostegno economico del reddito di inclusione REI, devi essere in possesso di un Isee in corso di validità, devi aver sottoscritto il progetto personalizzato rei dopo 6 ricariche Inps e svolgere il progetto indicato dal Comune.

Tutte le date di pagamento Carta Rei Inps, a partire dal 2019, per chi ha diritto al reddito di inclusione rei, previsto dal primo gennaio 2019
Mese - 2019
Primo giorno di pagamento
Gennaio
Febbraio
Marzo
Aprile
Maggio
Giugno
Luglio
Agosto
Settembre
Ottobre
Novembre
Dicembre

Per controllare le date di pagamento Rei, guarda il nostro video:

Come sia usa la carta Rei 2019?

La carta rei 2019 è una carta prepagata, che riceverai gratuitamente insieme al pin, dall’ufficio postale di residenza. La carta viene caricata dalle poste e funziona come un carta acquisti per:

  • prelevare contante entro un limite massimo mensile di 240,00 euro, con 1 euro di commissione per i prelievi negli ATM Postamat ed 1,75 euro per i prelievi negli altri circuiti bancari;
  • acquistare tramite POS in tutti i supermercati, negozi alimentari, farmacie e parafarmacie abilitati;
  • pagare le bollette elettriche e del gas presso gli uffici postali;
  • avere uno sconto del 5% sugli acquisti nei negozi e nelle farmacie convenzionate, con l’eccezione degli acquisti di farmaci e del pagamento di ticket.

Per controllare il saldo delle carta Rei, puoi contattare gratuitamente il numero verde Inps indicato sulla carta da telefono fisso o puoi contattare il numero verde 199.100.888 da telefono mobile, con tariffa a pagamento.

Riferimento normativo: D.Lgs. 15 settembre 2017, n. 147 

Valuta l'articolo
[Totali: 66 Media: 2.5]

Posted by Nicola Di Masi

Nicola Di Masi, ideatore e creatore di contenuti per il sito insindacabili.it. Abilitato Consulente del Lavoro e responsabile Caf da Maggio 2008 a tutt'oggi. Ha lavorato come Consulente del Lavoro, come operatore di Patronato e ha coordinato le attività formative di un Organismo Formativo Accreditato.

3 Comments

  1. Salvador Ferreri 14 dicembre 2018 at 10:54

    Speriamo che si risolva pure a tanti altri che da mesi (4 – 5 mesi) non hanno avuto piu ricariche

    Rispondi

  2. Luciano Caporale 10 dicembre 2018 at 16:41

    Buongiorno, peccato che nelle informazioni che inserite su questo sito, non stiate menzionando le problematiche che molte famiglie o possesori di carta REI stanno subendo a partire dalla data del 27 novembre dove molti (io uno di quelli) pur avendo i requisiti ci siamo visti sparire dalla nostra pagina rei-inps l’esito positivo di Novembre 2018 che ripeto fino alla mattina del 27 era presente con esito positivo e tanto d’importo, mancava solo la disposizione verso le poste, nel pomeriggio quella riga è scomparsa a tutte quelle persone che si aspettavano di ricevere a giorni la ricarica del mese di novembre, contattato l’inps in tutte le maniere e con tutti gli strumenti possibili immaginabili, loro dicono chè c’è un problema tecnico in fase di rioluzione, ad oggi è tutto fermo e quel problema tecnico non si è risolto, pecato che di questo nessuno ne parli, spero di avere dato io un’indicazione o una segnalazione a voi, perchè magari in un prossimo articolo ci possiate spiegare cosa sta succedendo in inps.

    Rispondi

    1. Nicola Di Masi 10 dicembre 2018 at 17:23

      La ringraziamo per l’informazioni. Molti utenti ci hanno informato di questa problematica ed abbiamo anche riscontrato che per molti era solo un problema tecnico. Faremo un sollecito alla sede Inps di Roma. Cordiali saluti

      Rispondi

Invia il tuo Commento