Naspi come funziona il pagamento

Come funzionano i pagamenti della Naspi e quanto si prende
Naspi come funziona il pagamento

Naspi come funziona il pagamento

Come funziona il pagamento della Naspi? Dove arrivano i pagamenti mensili e soprattutto quanto tempo passa per ricevere il primo pagamento?

Sappiamo benissimo che, chi si avvicina al mondo della Disoccupazione Naspi per la prima volta, può avere diversi dubbi e domande legate a questo sussidio Inps.

Ma partiamo subito dalle basi senza dilungarci oltre: “Che cos’è la Disoccupazione Naspi?

Che cos’è la Naspi?

La Naspi Inps è una indennità mensile di disoccupazione (per lavoratori subordinati con rapporto di lavoro cessato involontariamente) ed entrata in vigore dal primo maggio del 2015. Può essere richiesta dunque dagli:

– apprendisti
– dai soci lavoratori di cooperative con rapporto di lavoro subordinato con le medesime cooperative
– dal personale artistico con rapporto di lavoro subordinato
– e dai dipendenti a tempo determinato delle pubbliche amministrazioni.

Non può essere richiesta invece dai:

– dipendenti a tempo indeterminato delle pubbliche amministrazioni;
operai agricoli a tempo determinato e indeterminato
– dai lavoratori extracomunitari con permesso di soggiorno per lavoro stagionale, per i quali resta confermata la specifica normativa
– dai lavoratori che hanno maturato i requisiti per il pensionamento di vecchiaia o anticipato
– dai lavoratori titolari di assegno ordinario di invalidità, sempre se non optino per la NASpI.

La domanda per la Disoccupazione Naspi

Il cittadino può decidere se inviare la domanda per la Naspi in maniera del tutto autonoma oppure se farsi aiutare da un Centro di Assistenza Fiscale (CAF)

Presentare la Domanda Naspi direttamente Online non è molto difficile, basta seguire pochi passi visualizzabili nel video qui sotto ed avere a portata di mano tutti i documenti necessari per la Disoccupazione.

Una volta inviata la Domanda, bisognerà attendere l’approvazione dell’INPS sino a giungere poi al primo pagamento della Naspi.

La domanda deve essere presentata all’INPS entro 68 giorni, che a seconda dei casi partono:

– dalla data di termine del rapporto di lavoro
– dalla cessazione del periodo di maternità indennizzato qualora la maternità sia insorta nel corso del rapporto di lavoro successivamente cessato
– dalla cessazione del periodo di malattia indennizzato o di infortunio sul lavoro/malattia professionale, nel caso siano insorti nel corso del rapporto di lavoro successivamente cessato
– dalla definizione della vertenza sindacale o dalla data di notifica della sentenza giudiziaria
– dalla fine del periodo corrispondente all’indennità di mancato preavviso
– dal trentottesimo giorno dopo la data di cessazione, in caso di licenziamento per giusta causa.

Naspi: come funziona il Pagamento?

Come detto nel video, c’è un documento molto importante da compilare se si vuol ricevere i pagamenti della Naspi senza problemi e senza ritardi. Si tratta del modello INPS SR163.

In questo modulo dell’INPS si va ad indicare sia il tipo di Prestazione richiesta (Naspi naturalmente nel nostro caso) e soprattutto il Conto Corrente, la Carta Prepagata oppure l’Ufficio postale sul quale l’INPS dovrà pagare le mensilità della nostra Disoccupazione. Detto ciò e facile intuire perché questo modello rivesta un ruolo centrale.

Se invece si è titolari di un conto-corrente totalmente online è bene leggere quanto riportato su questo nostro precedente articolo.

Quanto si prende con la Disoccupazione Naspi?

L’importo della prestazione è pari al 75% della retribuzione media mensile imponibile ai fini previdenziali degli ultimi quattro anni e comunque non può superare un massimale che varia di anno in anno in base alla variazione dell’indice ISTAT. Solo a titolo di esempio diciamo che nel 2017 tale importo massimo corrispondeva a 1300 €, mentre nel 2018 è stato pari a 1314,30 € 

La durata massima dei pagamenti è pari a 24 mesi e va ricordato che a partire dal quarto mese, l’importo iniziale si riduce del 3% sul mese precedente e così via, sino al termine del sussidio Inps.

Come controllare i pagamenti della Disoccupazione Naspi?

Entro i 45 ed i 100 giorni in media, dalla presentazione della domanda (a seconda dei carichi di lavoro di ogni Sede Inps) si riceve il primo attesissimo pagamento della Disoccupazione. Per controllare la data (che varia da mese a mese) bisogna munirsi di codice Pin Inps.

A questo punto basta entrare sul fascicolo previdenziale Inps, per visualizzare le date di accredito nel menu Prestazioni—>Pagamenti, sotto la voce DISOCCUPAZIONE NON AGRICOLA

Per maggiore comodità, pubblichiamo anche una semplice e breve video-guida:

Buona Consultazione!

Consulenza Personalizzata Professionale
Hai bisogno di una Consulenza Dedicata per la tua Disoccupazione Naspi? Nessun problema, visita subito la nostra area dedicata. I nostri migliori professionisti ti attendono!

Valuta l'articolo
[Totali: 6 Media: 4.7]

11 Commenti

  1. Salve, prima di fare una nuova richiesta di NASPI, devo recarmi nella sede INPS in cui risiedo per avere conferma che la precedente sia finita? Nel mio profilo dicono che è ancora in corso di pagamento, attendo l’erogazione finale di 6/7 giorni.

  2. Buongiorno sig.Mastrangelo, desideravo sapere come e in che tempi sospendere la naspi dal momento che si firma un contratto di lavoro a tempo determinato di 6 mesi. Ho il Pin dispositivo posso farlo direttamente in maniera telematica?
    Grazie

Se vi sono altri commenti, ti consigliamo di leggerli. La tua risposta potrebbe essere già qui

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui