Pagamento Reddito di Cittadinanza Giugno 2019: perché ho preso meno Rdc

Quando sarà accreditata la ricarica del Reddito e Pensione di cittadinanza a Giugno 2019

Pagamento Reddito di Cittadinanza Giugno 2019 perché ho preso meno Rdc
Pagamento Reddito di Cittadinanza Giugno 2019 perché ho preso meno Rdc

Pagamento Reddito di Cittadinanza Giugno 2019: perché ho preso meno Rdc?

In arrivo i  pagamenti del Reddito di cittadinanza (Rdc) e Pensione di Cittadinanza (Pdc) del mese di Giugno 2019. Per chi ha fatto la domanda nel mese di Maggio 2019, potrebbe ancora aspettare per ricevere il primo messaggio, per ritirare la Carta Rdc. Inoltre in questo mese (Giugno 2019), molti utenti hanno ricevuto un importo più basso rispetto alle precedenti ricariche. Vediamo insieme la data della ricarica Rdc e Pdc di Giugno 2019 e le ragioni dell’importo inferiore.

Saldo Reddito di cittadinanza e pensione si cittadinanza: numero verde Carta Rdc

Per verificare il saldo della carta reddito di cittadinanza o Pdc, devi cliccare prima di tutto sul servizio online Inps: Reddito di cittadinanza e Pensione di cittadinanza. In seguito inserisci il codice fiscale ed il Pin Inps, lo Spid o la carta nazionale dei servizi. Clicca su GESTIONE DOMANDA – Lista domande ed esiti, sul menu a sinistra ed in riferimento alla sezione azioni, premi su esito (i).

Come controllare la domanda Reddito di cittadinanza
Come controllare la domanda Reddito di cittadinanza

Vedrai l’elaborazione del mese di Giugno 2019 e le date:

  • dell’invio disposizione a Poste, da parte dell’Inps,
  • la Rendicontazione da Poste.
Pagamento Reddito di cittadinanza a Giugno 2019
Pagamento Reddito di cittadinanza a Giugno 2019

Nel momento in cui, esce la data di invio disposizione a Poste, puoi già controllare il saldo della Carta Reddito di cittadinanza e pensione di cittadinanza:

  1. contattando il numero verde Carta Rdc/Pdc: 800.666.888,
  2.  o registrandoti sul sito di poste italiane.

Per chi ha inviato il modello RDC com esteso, durante la fruizione del Reddito di cittadinanza o per chi ha elaborato un nuovo Isee corrente, i tempi di accredito sono più lunghi, sia per il pagamento sulla carta prepagata e sia per il calcolo dell’importo.

E’ inoltre importante, recarsi direttamente al Centro per l’Impiego, per firmare la dichiarazione di disponibilità al lavoro (DID) ed il patto di servizio, se non è stato già fatto precedentemente, per l’erogazione di altre prestazioni.

Pagamento Reddito di Cittadinanza Giugno 2019: la data della terza ricarica

Nel mese di Giugno 2019, l’accredito della ricarica reddito di cittadinanza e pensione di cittadinanza, partirà dal 26 Giugno 2019 e nei giorni successivi. Non tutti riceveranno la ricarica in questo giorno. Per questo ti consigliamo di controllare la procedura precedentemente indicata e le diverse fasi del pagamento del reddito di cittadinanza:

  1. Lavorazione del mese di riferimento,
  2. Controlli positivi mensili, con tutti i pollici verso l’alto in verde,
  3. Invio di disposizione di pagamento alle poste da parte dell’Inps,
  4. Rendicontazione da poste italiane e quindi accredito sulla carta reddito e pensione di cittadinanza.

Come specifico dall’Inps, la ricarica del mese deve essere spesa, entro il mese solare successivo dalla data di erogazione. Questo significa che per il mese di Giugno 2019, il credito deve essere speso entro il 31 Luglio 2019, per evitare una decurtazione, anche successiva, del 20% dell’importo massimo riscosso. Per controllare tutte le spese ammissibili del reddito di cittadinanza, ti consigliamo di leggere il nostro articolo: Cosa si può comprare con il reddito di cittadinanza?

Per chi non ha ancora ricevuto il messaggio per ritirare la carta Rdc o Pdc, ti consigliamo di recarti direttamente all’ufficio postale del Comune di Residenza, per chiedere informazioni in merito, con:

  • il protocollo della domanda Rdc o Pdc,
  • il documento d’identità non scaduto ed il codice fiscale.

Perché ho preso meno Reddito di cittadinanza a Giugno 2019 

Molti utenti hanno ricevuto un importo inferiore del reddito di cittadinanza di Giugno 2019, rispetto al mese precedente (Maggio 2019). A tutt’oggi non ci sono chiarimenti da parte dell’Inps, ma i motivi delle variazioni di importo, possiamo identificarli in:

  • decurtazione delle mensilità del REI, per le sole mensilità di competenza del 2019,
  • ricontrollo da parte dell’Inps del Reddito complessivo del nucleo familiare, indicato sul modello 730/2018 redditi 2017,
  • comunicazione dal parte del richiedente del modello Rdc com esteso,
  • variazione di importo, in base alla comunicazione Unilav del datore di lavoro (perché ad esempio c’è stato anche un periodo lavorativo durante la percezione del Rdc),
  • calcolo e decurtazione da parte dell’Inps, dei trattamenti assistenziali, dei bonus del Comune o di altre agevolazioni economiche, percepiti durante la fruizione del Rdc (ad esclusione del bonus bebè e dell’indennità di accompagnamento).

Per controllare tale variazione di importo rispetto a Maggio 2019, dobbiamo consultare il calcolo dell’importo sul servizio online: Reddito di cittadinanza e pensione di cittadinanza. Nel nostro esempio, pubblicato precedente, il richiedente del Rdc, ha percepito a Giugno 2019: 405,24 euro, rispetto a 446,50 euro, erogato nel mese di Maggio 2019. In questo caso, l’utente ha lavorato per poco tempo, anche senza comunicare il Rdc com esteso. (In quanto le retribuzioni, sono indicate sul modello Unilav, comunicato dal datore di lavoro)

Reddito complessivo variato a Giugno 2019:

Reddito di cittadinanza importo basso Giugno 2019
Reddito di cittadinanza importo basso Giugno 2019

Calcolo importo Reddito di cittadinanza a Maggio 2019

Importo reddito di cittadinanza più basso a giugno 2019
Importo reddito di cittadinanza più basso a giugno 2019

Come vediamo nell’esempio è variato l’importo del Reddito complessivo Quota A:

  • nel mese di Maggio 2019 è di euro 5358,00,
  • nel mese di Giugno 2019 è di euro 4862,82.

Questa variazione della Quota A, determina una modifica dell’importo. Se invece non ci sono state particolari variazioni, ti consigliamo di controllare il 730 2018 o modello unico 2018 e di chiedere informazioni per iscritto all’Inps, attraverso il servizio online Inps risponde online.

Per conoscere il calendario di pagamento delle ricariche del reddito e pensione di cittadinanza 2019, leggi la nostra tabella in questo articolo: Date di pagamento Reddito di cittadinanza 2019.

Riferimenti normativi: Circolare Inps n. 43 del 20/03/2019

Consulenza online degli esperti di insindacabili.it
Hai bisogno di una consulenza online sul Reddito e Pensione di cittadinanza? Visita subito la nostra area dedicata di consulenza online.

Valuta l'articolo
[Totali: 9 Media: 4.2]

10 Commenti

  1. Buonasera io ho ricevuto il rdc le prime 2 mensilità erano alte poi con la terza si è abbassata di molto. Premetto che non ho mai avuto bonus e il reddito familiare non è cambiato. Cosa posso fare?

    • Controlli attentamente la sua situazione e clicchi in requisiti economici come indicato nell’articolo per vedere la decurtazione.

  2. salve io ho ricevuto rimborsi affitto da parte del comune per il periodo anno 2018 mentre il redditto di cittadinanza dal 2019 mi verra decurtato dal rdc. saluti

  3. Salve, io non ho ancora ricevuto accredito mese di giugno, cosa dovrei fare? Ho chiamato ma dicono di attendere poiché stanno facendo dei controlli a tappeto ma io so che le altre persone lo hanno già ricevuto e la mia situazione economica non è cambiata. Cosa devo fare?

    • Le consigliamo di recarsi almeno una volta a settimana in Sede Inps di modo da “mettere pressione” a chi si sta occupando delle verifiche

      Saluti

  4. ad oggi 28 Giugno nel portale Inps non viasualizzo nessuna lavorazione del pagamento di Giugno, come mai? è normale? sono andata all’inps sta mattina e mi hanno detto che non sanno nulla e che visualizzano la stessa cosa mia. consigli?

  5. Buonasera io percepivo il rei ero già stata contatta dagli assistenti sociali ora percepisco rdc devo sottoscrive la disponibilità al lavoro. O devo aspettare che mi chiamano Grazie mille

    • Lei deve dichiararsi disponibile al lavoro al Centro per L’impiego con la DID e dopo sarà contattato dai Navigator dei centri per l’impiego.

Se vi sono altri commenti, ti consigliamo di leggerli. La tua risposta potrebbe essere già qui

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui