Cosa significa “ultimo pagamento effettuato con decorrenza” o “pagamento completato della Naspi”?

Cosa fare per avere l’ultimo pagamento della disoccupazione Naspi? Quando paga l’Inps gli ultimi 30 giorni dalla disoccupazione?
La Naspi, è l’indennità economica universale Inps, spettante al lavoratore licenziato, quando ci si dimette per giusta causa o nel caso in cui la lavoratrice in maternità, chiede la cessazione del rapporto, dinanzi alla Direzione provinciale del lavoro. Cosa significa pagamento Naspi completato?

Naspi: decorrenza, durata, calcolo giorni ed indennità Inps

Dopo aver presentato la domanda di disoccupazione Naspi, dobbiamo leggere attentamente la lettera di accoglimento della disoccupazione, pervenuta al nostro domicilio o scaricabile sulla posta Inps, nella cassetta postale online. Nella lettera sono indicate alcune voci:

  • il numero di pratica Naspi,
  • la decorrenza della Naspi,
  • la data di presentazione,
  • i giorni spettanti, ossia l’intera durata della disoccupazione,
  • la base di calcolo e misura della prestazione Naspi. (Non è chiara sulla lettera di accoglimento)

Per sapere esattamente il calcolo della Naspi, ti consigliamo di accedere al servizio online sul sito Inps: Domande per prestazioni a sostegno del reddito – Naspi – Indennità Naspi – Consultazione Naspi – Visualizza dettaglio – Prospetto di calcolo.

Base di Calcolo e misura della Naspi
Calcolo e misura della Naspi

Ricordiamo che la disoccupazione Naspi deve essere inviata in modalità telematica, entro 68 giorni dalla data di cessazione del rapporto di lavoro e il pagamento parte:

  • dall’ottavo giorno successivo dalla data di cessazione del rapporto di lavoro se la domanda è presentata entro 8 giorni dal licenziamento;
  • dal giorno successivo a quello di presentazione della domanda se la domanda è presentata dopo 8 giorni dal licenziamento ;
  • dall’ottavo giorno successivo alle date di fine dei periodi di maternità, malattia, infortunio sul lavoro/malattia professionale o di mancato preavviso, qualora la domanda sia stata presentata entro l’ottavo giorno.

Ultimo pagamento Naspi dopo quanto tempo?

A seguito dell’invio della domanda Naspi, dovrai presentarti al centro per l’impiego per:

  • confermare la dichiarazione di disponibilità al lavoro (DID),
  • per sottoscrivere il patto di servizio,
  • per fissare le prossime convocazione, nel momento in cui non trovi un nuovo lavoro.

Nella maggior parte dei casi, i primi pagamenti della Naspi sono frazionati in due parti: dal 1° al 15 del mese e dal 16 al 31 (possono essere frazionati anche dopo i primi), in relazione dalla data di decorrenza della disoccupazione. Dopo aver ricevuto i primi pagamenti, bisogna contare i giorni ricevuti, indicati nelle note con le date di pagamento. Per controllare, accedi al fascicolo previdenziale InpsPrestazioni – Pagamenti. Se come nell’esempio hai diritto a 61 giorni di naspi dal 8 Novembre 2018, l’Inps potrebbe pagare in questo modo:

  1. Dal 8 novembre 2018 al 30 Novembre 2018: 1° Pagamento totale 23 giorni, in data 13/12/2018 (dopo 40 giorni dalla domanda telematica)
Decorrenza della disoccupazione Naspi
Decorrenza della disoccupazione Naspi

2. dal 1° al 9° dicembre, totale 31 giorni (23 giorni di novembre + 8 di dicembre) in data 14 Gennaio 2019,

Quando dura la disoccupazione Naspi.
Quando dura la disoccupazione Naspi.

3. dal 10 Dicembre 2018 al 06 Gennaio 2019, gli ultimi 28 giorni, perché in questo caso il disoccupato ha incominciato a lavorare dal 7 Gennaio, perdendo due giorni di indennità Naspi.

Ultimo mese Naspi bloccato: come ricevere gli ultimi 30 giorni?

Sicuramente avrai notato che, 30 giorni prima del termine della Naspi, la disoccupazione si sospende. Nell’esempio si è sospesa dopo 31 giorni di pagamento (61 giorni in totale di diritto), ossia il 9 dicembre. Il disoccupato, 30 giorni prima della fine della Naspi o quando viene pagata per pochi giorni (se sono gli ultimi pagamenti), deve inviare telematicamente un modello denominato modulo Naspi com.

In questo modulo online dell’Inps, devi indicare di essere ancora disoccupato e di voler chiedere all’Inps il pagamento degli ultimi 30 giorni. Dopo la comunicazione online Naspi com, il disoccupato riceverà il pagamento, entro 60 giorni dal blocco della Naspi o dall’invio telematico del modello (molte volte le date coincidono). Nell’esempio, l’ultimo pagamento è avvenuto il 19 febbraio 2019, 60 giorni dopo il blocco del 9 Dicembre 2018.

Il modello Naspi com non è una comunicazione obbligatoria, ritenuto inutile da alcune sedi Inps, ma noi di insindacabili lo riteniamo necessario, per chiudere definitivamente la disoccupazione Naspi.

Segui le istruzioni del nostro video, per inviare il modello Naspi-com Inps.

Consulenza Online insindacabili.it
Hai bisogno di una consulenza online sulla Naspi Inps? I nostri professionisti sono disponibili per rispondere ai tuoi piccoli e grandi dubbi.

Valuta l'articolo
[Totali: 3 Media: 5]

3 Commenti

  1. buongiorno , sul sito inps andando in domande per a sostegno del reddito – naspi – indennità naspi – consultazione naspi mi viene scritto : non vi sono domande di indennita’ di naspi ?
    come è possibile se ho gia ricevuto la lettera di accoglimento della naspi e la lettera è anche inserita nella sezione dei miei avvisi .

Se vi sono altri commenti, ti consigliamo di leggerli. La tua risposta potrebbe essere già qui

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui