Articolo aggiornato il 23 Luglio 2020 da Stefano Mastrangelo

Primo Pagamento Naspi Basso – primi pagamenti parziali

Tanti cittadini in Disoccupazione Naspi ricevono il primo o i primi pagamenti con importi parziali rispetto a quello che è riportato sulla lettera di accoglimento. Come mai? Perché spesso il primo pagamento della Naspi ha un importo bassoPrimo Pagamento Naspi Basso

Vediamolo insieme ed approfondiamo alcuni aspetti generali sulla Disoccupazione Naspi.

La Disoccupazione Naspi

La Naspi è una prestazione universale a sostegno del reddito per chi ha involontariamente perso il lavoro. Tale prestazione è in vigore dal primo maggio 2015 ed è diventata negli scorsi mesi il sussidio universale di disoccupazione dell’InpsDisoccupazione Naspi 2018

Possono richiedere la Disoccupazione Naspi i dipendenti del settore privato ed anche:

  • gli apprendisti;
  • i soci lavoratori di cooperative con rapporto di lavoro subordinato;
  • il personale artistico con rapporto di lavoro subordinato;
  • i dipendenti a tempo determinato delle pubbliche amministrazioni.

La Naspi non può essere richiesta da:

  • i dipendenti a tempo indeterminato delle pubbliche amministrazioni;
  • gli operai agricoli, a tempo determinato e indeterminato;
  • i lavoratori extracomunitari con permesso di soggiorno per lavoro stagionale, per i quali resta confermata la specifica normativa;
  • i lavoratori titolari di trattamento pensionistico diretto.

Naspi Inps: i requisiti necessari

Per presentare la domanda di Disoccupazione Naspi bisogna:

  • trovarsi in stato di disoccupazione involontario (licenziamento, scadenza contratto, dimissioni entro un anno di vita del bambino, dimissioni per giusta causa, risoluzione consensuale del rapporto di lavoro, ecc.);
  • avere maturato almeno 13 settimane di contribuzione nei quattro anni precedenti l’inizio della disoccupazione (requisito contributivo);
  • aver svolto 30 giornate di lavoro effettivo, a prescindere dal minimo contributivo, nei 12 mesi precedenti l’inizio della disoccupazione (requisito lavorativo).

ed allegare i seguenti documenti:

  • la dichiarazione di disponibilità al lavoro rilasciata dal Centro per l’Impiego (non più necessaria prima dell’invio della domanda Naspi),
  • il modello Sr163 dove viene indicato il tuo conto corrente di accredito (eliminato),
  • il documento d’identità,
  • le ultime tre buste paga e la lettera di licenziamento,
  • nel caso di colf e badanti dovrai allegare gli ultimi bollettini Mav dei contributi pagati.

Dopo l’accoglimento della domanda si verrà chiamati dal Centro per l’Impiego per partecipare alle politiche attive del lavoro messe in campo dall’Anpal. E’ sempre meglio recarsi personalmente, prima della convocazione, entro 15 giorni dall’invio della domanda Naspi.

Purtroppo i primi pagamenti, oltre che “bassi” o parziali, possono arrivare anche in ritardo. Su questo argomento abbiamo già dedicato un articolo che parla delle tempistiche medie di attesa per la prima mensilità-Naspi.
L’articolo è consultabile al seguente link: https://insindacabili.it/disoccupazione-dopo-quanto-arriva/

Primo Pagamento Naspi Basso

Come già scritto in apertura di articolo, capita sovente di ricevere il primo o i primissimi pagamenti, con un importo più basso rispetto a quanto previsto dall’assegno mensile della Naspi.

I pagamenti della DS Naspi possono partire (purtroppo spesso capita così) anche dopo tre/quattro mesi dalla data di presentazione della Domanda di Disoccupazione.

Bisogna considerare anche che, la Naspi non decorre dal giorno successivo al licenziamento. Il tutto dipende da quando è stata presentata ed inviata la domanda all’INPS.

Ad esempio una persona licenziata in data 31/10/2018 con contratto a tempo determinato, presenta la domanda il 03/11/2018 e la Naspi (sempre proseguendo nell’esempio) decorre dal giorno 08/11/2018. Con molta probabilità, in questo caso il primo pagamento, non sarà di 30 giorni ma bensì di 22 giorni e questo comporterà il primo pagamento della Dis. Naspi con un importo più basso.

Ma non è tutto, anche nel caso in cui la Disoccupazione dovesse decorrere dal primo giorno del mese, ci sarà una grandissima probabilità di ottenere i primi pagamenti in maniera splittata (divisa), ad esempio 15 giorni e 15 giorni.

In genere la situazione tende a stabilizzarsi dal terzo/quarto mese e vengono recuperate anche le giornate eventualmente non pagate con i primi assegni.

Pagamenti Naspi spezzettati
Visualizzazione di pagamenti Naspi suddivisi – Nell’esempio il mese Settembre 2017

IMPORTANTE: è bene sempre ricordare che dal quarto mese in poi l’assegno si riduce del 3% sul mese precedente, fino alla regolare conclusione del periodo di inattività lavorativa.

Capita spesso, che il primo pagamento della Naspi, avvenga solo per 8 giorni. Questo succede soprattutto per i contratti a tempo determinato, che scadono alla fine del mese. Infatti la disoccupazione Naspi parte dall’ottavo giorno successivo alla data di cessazione del rapporto di lavoro, se la domanda viene presentata entro l’ottavo giorno. Quindi in questo caso l’Inps pagherà solo 8 giorni, decorrenti dal 8 al 15 del mese precedente.

La tua Consulenza personalizzata
Hai bisogno di una consulenza personalizzata dedicata? Clicca adesso ed acquista il servizio desiderato.

Leggi gli ultimi articoli pubblicati sul sito:

82 Commenti

  1. ciao nicola, avrei qualche da porLe. Sono stato licenziato il 31/7. faccio domanda di naspi e mi approva il 25/8, mi mandano la lettera per dire che inizia a decorrere il 7/9. oggi 18/9 vedo che ci sara un pagamento di 244. ma ci sarà un altro bonifico vero? grazie mille

    ps: il mio prospetto è di 1059 euro. ma poi quando arriverà il bonus renzi?

  2. Salve, sono al primo pagamento NASPI (sebbene l’abbia già richiesta in passato). Controllando su fascicolo providenziale, sul sito inps, oltre alle trattenute IRPEF, sono presenti altre “trattenute” ma non specifica quali. Cliccando poi su dettaglio pagamenti, la voce “trattenute” non c’è (c’è solo quella relativa alle trattenute irpef) ma la somma ne tiene conto lo stesso.
    è un errore? da cosa dipende?
    grazie

  3. Buona sera io ho fatto domanda il 2 maggio per la naspi a oggi ho solo ricevuto 35 euro il 10 giugno ho chiamato Inps mi hanno detto che il 13 luglio ricevo la naspi dal giorno 1 al 30 giugno….ma il mese d maggio? Perché solo 35 euro? Nn capisco e nn risulta altro pagamento in corso in merito al mese d maggio….perché nn mi e stato pagato maggio? E volevo aggiungere che nn ho ricevuto nemmeno bonus Renzi….mi arriveranno anche lì arretrati ?

    • Dipende se è stato licenziato per giusta causa o si è dimesso per giusta causa. Controlli la decorrenza della Naspi sulla lettera di accoglimento della Naspi.

  4. Salve Sr Nicola ho lavorato con una coop per 2 anni e 6 mesi con agenzia e prima di che 5+1 mesi in gastronomia dunque piu di tre anni negli ultimi 4.
    Sono stato licenziato il 19 maggio ed ho chiesto la naspi il 23.
    Adesso il 9 giugno ho ricevuto 317 euro quindi quanto devono pagare il prossimo mese per favore e grazie.

  5. Buongiorno , celo una domanda , ho ricevuto primo pagamento da naspi per 16 giorni di 460 euro ,, per mese di marzo e stato primo mese … e oggi ho ricevuto naspi per il tutto il mese di aprile quindi 30 giorni , e perche mi sono entrati solo 722 euro invece di 900 euro ??? e il secondo pagamento da naspi , e normale questa cosa ?? ho ricevuto in meno di 180 euro ho fatto il calcolo come mai e che cosa devo fare grazie .

    • I primi pagamenti sono in base a pochi giorni. Controlli la sua Naspi nelle note del fascicolo previdenziale, prestazioni, pagamenti.

  6. Buonasera dott. Di Masi, ho lavorato da gennaio ad aprile 2020 con contratto a tempo determinato di mesi 3 c/o ente locale, Cat. A; ho fatto domanda per Naspi il 18 aprile, se non sbaglio, e mi verrà corrisposta, secondo Inps, per giorni 28 “corrispondente ad un numero di settimane pari alla metà delle settimane di contribuzione che posso far valere negli ultimi 4 anni”… io a parte questi 3 mesi di contratto del 2020 ho lavorato a luglio 2016 per giorni 60 come operaio agricolo(percependo indennità di disoccupazione relativa); nel 2017 sono stato titolare di impresa commerciale(on line) con contributi versati per mesi 3 ed altri mesi 3 nel 2018 …è corretto il calcolo di giorni 28 per la Naspi? Perché ho ricevuto il pagamento di soli 13 giorni? Quindi devo attendere gli altri 15 giorni a maggio?(se il conteggio Inps è corretto ovviamente). La ringrazio per la risposta che potrà darmi e la saluto cordialmente, buon lavoro! Fabio

  7. Buonasera. Ho fatto richiesta della disoccupazione il 3 aprile ed il 24 ho subito ricevuto il pagamento di 8 giorni, ossia dall’8 al 15 di aprile stesso. Dunque ora a maggio riceverò i restanti giorni dal 15 al 30 ed anche il pagamento di maggio stesso? Chiedo visto che aprile mi è stato accreditato ad aprile stesso, subito dopo aver fatto richiesta. Grazie mille

  8. Salve nell’ultimo anno ho lavorato con contratti interinali nel settore artigianale, a termine con scadenza mensile o bimestrale, per lo più continuativi. In seguito all’emergenza Covid sono stato lasciato a casa dopo la naturale scadenza dell’ultimo contratto, il 31 marzo 2020. Ho inoltrato, tramite patronato, la domanda Naspi entro l’8 aprile. All’oggi, dopo un mese, ho ricevuto una naspi di soli 8 giorni, dall’8 al 15 aprile. Ho letto nelle vostre indicazioni, che questo succede spesso per i lavoratori con contratti a termine.. Quindi il resto dei giorni del mese di aprile mi verranno erogati e in che tempi? Sarà così anche il mese prossimo? Posso inoltrare anche la domanda per il bonus da 600 €, visto che altrimenti è difficile vivere un mese con 200€…Molte grazie per le vostre delucidazioni.

    • Per la Naspi i primi pagamenti sono dimezzati, i prossimi saranno per intero. Per i Bonus dobbiamo attendere decreto definitivo.

Se vi sono altri commenti, ti consigliamo di leggerli. La tua risposta potrebbe essere già qui

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui