Articolo aggiornato il 8 Aprile 2020 da Stefano Mastrangelo

Naspi 2020: nuova scadenza domanda ed ultime notizie – Disoccupazione e Covid-19

Cosa succede al sussidio di Disoccupazione Inps nel 2020 con l’Emergenza Nazionale di Coronavirus? Tantissimi cittadini chiedono a gran voce che la Naspi, possa essere prolungata, considerando l’impossibilità di attivarsi per la ricerca di un nuovo lavoro. Quali sono le ultime notizie?

Covid-19: nuove date di scadenza per Naspi e Dis-Coll

Il Decreto cura Italia ha previsto una nuova scadenza, per le domande di prestazione a sostegno del reddito. Infatti per le cessazioni involontarie avvenute per l’intero anno 2020 (dal 1° Gennaio 2020 al 31 Dicembre 2020) le scadenze delle disoccupazioni Inps sono state prorogate di 60 giorni:

  • 128 giorni (in precedenza 68 giorni) per inviare la domanda di disoccupazione Naspi,
  • 128 giorni per presentare la domanda di disoccupazione DIS-COLL,
  • 90 giorni (in precedenza 30 giorni) per la comunicazione del reddito presunto, per i percettori di Naspi e Dis-Coll, nel caso di svolgimento di attività lavorativa autonoma, subordinata e parasubordinata in corso

Quindi, in caso di licenziamento dal 1° Gennaio 2020 sino al 31 Dicembre 2020 (ricordando il divieto del licenziamento per giustificato motivo dal 23 Febbraio al 22 Aprile 2020), si potrà presentare la domanda di disoccupazione Naspi e Dis-coll, entro 128 giorni dalla cessazione del rapporto di lavoro.

Se la richiesta online viene inviata oltre il termine di 68 giorni, l’indennità parte dal sessantottesimo giorno successivo dalla data di risoluzione dell’ultimo contratto di lavoro.

Le domande Inps non accolte, a causa di invio telematico in ritardo, per eventi di cessazione del rapporto di lavoro dal 1° Gennaio 2020, verranno riesaminate dall’Inps in maniera automatica. Inoltre le domande decadute per mancata comunicazione del modello Naspi com reddito presunto, saranno riesaminate d’ufficio dall’Inps, solo per le attività lavorative a far data dal 1° gennaio 2020, per i quali è richiesta tale comunicazione.

Naspi anticipata e Coronavirus: nuova scadenza

La Disoccupazione naspi anticipata, è l’anticipo in soluzione unica dell’indennità di disoccupazione Inps, per tutti i percettori della Naspi, che se i apprestano ad attivare un lavoro autonomo. I termini delle domande nell’anno 2020, sono stati prorogati e le richieste devono essere inviate telematicamente entro 60 giorni (in precedenza erano 30 giorni):

  • dall’inizio dell’attività di lavoro autonomo,
  • dall’inizio dell’attività dell’impresa individuale: artigiana, agricola o commerciante;
  • dalla sottoscrizione della quota sociale della cooperativa;
  • dall’invio della domanda Naspi, quando il rapporto di lavoro autonomo è iniziato prima della cessazione dell’attività lavorativa dipendente, che ha dato diritto alla Naspi;
  • dall’inizio dell’attività di una società di persone o di capitale.

Le domande di Disoccupazione anticipata, inviate dal 1° Gennaio 2020 e respinte, saranno riesaminate d’ufficio dall’Inps.

Naspi prolungata nel 2020? Si potrà accedere all’indennità Covid-19

Nel momento in cui stiamo scrivendo questo articolo, possiamo dire che la Disoccupazione Naspi non sarà prolungata oltre i canonici termini di Scadenza.

Per il momento, come già riportato nei paragrafi precedenti, il Governo si è limitato esclusivamente a prorogare i giorni di scadenza per l’invio di una nuova domanda. Nel mese di Aprile però, il Governo si appresta ad introdurre un reddito di emergenza, per tutti coloro i quali termineranno la Disoccupazione Inps e resteranno senza fonti di reddito.

Ma chi è in disoccupazione Naspi, potrà accedere al Bonus Inps di 600 euro? Il Decreto Cura-Italia ha stabilito che il Bonus da 600 euro può spettare ai:

  • lavoratori agricoli,
  • lavoratori stagionali che abbiamo lavorato in determinati settori,
  • lavoratori co.co.co. iscritti alla gestione separata Inps,
  • lavoratori dello spettacolo.

Per controllare tutti i requisti e presentare la domanda, è consigliabile leggere la nostra guida: Modulo online indennità Covid 19

Quindi i bonus Inps di 600 euro, sono cumulabili e compatibili con i beneficiari che percepiscono l’indennità di disoccupazione Naspi e Dis-coll.

Consulenza online di insindacabili.it
Hai bisogno di una consulenza Professionale personalizzata su Fisco, Lavoro e Previdenza, visita la nostra area di Consulenza Online.

Se vi sono altri commenti, ti consigliamo di leggerli. La tua risposta potrebbe essere già qui

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui