Articolo aggiornato il 23 Maggio 2020 da Stefano Mastrangelo

I documenti necessari per presentare la Domanda di Disoccupazione

Quali sono i documenti necessari da presentare per l’invio della Domanda della disoccupazione? Con questo articolo ti vogliamo fornire l’elenco dei documenti richiesti dall’Inps se sei stato licenziato/a o ti sei dimesso/a per giusta Causa.

Ovviamente, la prima cosa da fare in questi casi è quella di perdere il minor tempo possibile per presentare la domanda di Disoccupazione all’INPSDomanda Naspi: i documenti necessari da presentare

La Disoccupazione Naspi è una prestazione universale a sostegno del reddito per chi ha involontariamente perso il lavoro. Questa prestazione è in vigore dal primo maggio 2015 ed è diventata negli scorsi mesi il sussidio universale di disoccupazione dell’Inps.

Possono richiedere la Disoccupazione tutti i dipendenti del settore privato, ivi compresi:

  • gli apprendisti;
  • i soci lavoratori di cooperative con rapporto di lavoro subordinato;
  • il personale artistico con rapporto di lavoro subordinato;
  • i dipendenti a tempo determinato delle pubbliche amministrazioni.

Non possono invece richiederla:

  • i dipendenti a tempo indeterminato delle pubbliche amministrazioni;
  • gli operai agricoli, a tempo determinato e indeterminato;
  • i lavoratori extracomunitari con permesso di soggiorno per lavoro stagionale, per i quali resta confermata la specifica normativa;
  • i lavoratori titolari di trattamento pensionistico diretto.

Per ottenere la Naspi  è necessario:

  • trovarsi in stato di disoccupazione involontario (licenziamento, scadenza contratto, dimissioni entro un anno di vita del bambino, dimissioni per giusta causa, risoluzione consensuale del rapporto di lavoro, ecc.);
  • avere maturato almeno 13 settimane di contribuzione nei quattro anni precedenti l’inizio della disoccupazione (requisito contributivo);
  • aver svolto 30 giornate di lavoro effettivo, a prescindere dal minimo contributivo, nei 12 mesi precedenti l’inizio della disoccupazione (requisito lavorativo).

Puoi richiedere la Naspi direttamente all’Inps. La richiesta deve essere inoltrata o tramite un patronato, o tramite il Contact Center dell’Inps al numero 803164 da telefono fisso o tramite il tuo codice Pin online Inps dispositivo. In questo ultimo caso ti consigliamo di seguire la nostra video-guida:

Affrettati per ottenere la Naspi, dovrai presentare la tua domanda Naspi entro 68 giorni dalla cessazione del rapporto di lavoro (i giorni possono variare in situazioni particolari, come successo con la Pandemia da Coronavirus)

La Naspi decorre a seconda di quando viene inviata la domanda all’Inps. Infatti parte:

  • dall’ottavo giorno successivo alla data di cessazione del rapporto di lavoro, se la domanda viene presentata entro l’ottavo giorno;
  • dal giorno successivo a quello di presentazione della domanda, nel caso in cui la domanda Naspi sia stata presentata dopo l’ottavo giorno;
  • nel caso in cui vi siano periodi di malattia, maternità o infortunio, la Naspi decorre dall’ottavo giorno successivo al termine dell’evento se la domanda viene presentata entro l’ottavo giorno; dal giorno successivo alla presentazione della domanda Naspi se presentata successivamente all’ottavo giorno.

I documenti da presentare per la Disoccupazione

Quali documenti dunque, sono necessari per l’invio della domanda di Disoccupazione Inps?
Per presentare la domanda bisogna allegare i seguenti documenti:

  • il modello Sr163 dove viene indicato il tuo conto corrente di accredito – Se il tuo CC è online, ti consigliamo di leggere questo articoloIMPORTANTE: durante l’Emergenza Sanitaria Mondiale da Covid-19, l’Inps ha eliminato questo modello e può essere accettato, nel caso di variazioni di conto corrente, anche senza la validazione da parte di Poste e degli Istituti di credito – Tale misura si rende necessaria per contribuire al distanziamento Sociale richiesto dal Ministero della Salute e dalle linee-guida dell’OMS.
  • il documento d’identità
  • la tessera sanitaria (per il Codice Fiscale)
  • le ultime tre buste-paga (facoltativo)
  • la lettera di licenziamento
  • nel caso di colf e badanti dovrai allegare gli ultimi bollettini Mav dei contributi pagati
  • se il tuo contratto di lavoro era a tempo determinato, dovrai allegare il contratto di Assunzione
  • in caso di dimissioni per Giusta Causa, dovrai allegare la lettera di diffida al datore di lavoro, con la ricevuta di invio
  • in caso di dimissioni durante la maternità, dovrai allegare la convalida della direzione Provinciale del Lavoro
  • se si possiede P.IVA o si è lavorato con contratti di Lavoro Occasionali, bisogna anche allegare la dichiarazione del Reddito presunto per l’anno in corso

Dopo l’accoglimento della domanda sarai chiamato dal Centro per l’Impiego per partecipare alle politiche attive del lavoro messe in campo dall’Anpal.
Se questo non avviene, devi presentarti spontaneamente, con la ricevuta della domanda di Disoccupazione o con la lettera di accoglimento della Naspi.

Durata e calcolo dell’importo della Disoccupazione

La Disoccupazione Inps può durare per un massimo di 24 mesi e la misura della prestazione è così calcolata:

  • la retribuzione di riferimento per il calcolo delle indennità di disoccupazione NASpI è pari, secondo i criteri indicati nella circolare n. 94 del 12/05/2015, ad euro 1.227,55;
  • l’importo massimo mensile della Naspi (ove non ci sia la riduzione prevista nell’articolo 26 della legge n. 41 del 1986) non può in ogni caso superare i 1335,00 € lordi;
  • entro il 31 Gennaio dell’anno di riferimento, è bene inviare con il modello Naspi-com la comunicazione relativi ai redditi presunti da lavoro autonomo, anche ove il presunto per l’anno in corso fosse pari a zero. In caso contrario, l’assegno Naspi potrebbe essere sospeso da parte dell’Inps.


Per i soci lavoratori delle cooperative di cui al DPR 30 aprile 1970, n. 602, e per il personale artistico con rapporto di lavoro subordinato, dal 1° maggio 2015 la misura della NASpI è allineata a quella della generalità dei lavoratori.Il pagamento avviene mensilmente ed è comprensivo degli Assegni al Nucleo Familiare se richiesti e spettanti.

Per il calcolo preciso dei mesi di durata della Disoccupazione NASPI, ti rimandiamo a questo articolo.

Consultare i pagamenti della Disoccupazione Inps

Se vuoi sapere come fare per consultare i pagamenti della Disoccupazione Naspi Inps, in maniera semplice e rapida e comodamente da casa tua, ti consigliamo la visione del seguente video, tratto dal nostro canale Ufficiale su Youtube.

La Consulenza Online Personalizzata
Hai bisogno di una Consulenza Online? Entra nella nostra area dedicata, i nostri professionisti sono a tua completa disposizione per ogni tipo di chiarimento.

Leggi gli ultimi articoli pubblicati sul nostro portale web

2 Commenti

  1. Buongiorno Stefano, ho inoltrato domanda di naspi on line qualche giorno fa e non ho allegato nessun documento perché in fasi di domanda non veniva espressamente richiesto di allegare nessun documento è necessario allegare carta d’identita e codice fiscale? Se si come posso fare considerando che ormai la domanda è già stata inoltrata senza allegati? La ringrazio in anticipo per la sua attenzione

    • Se l’Inps ha già tutti i documenti, può andare bene così. Al massimo le chiederanno di integrare i documenti.

Se vi sono altri commenti, ti consigliamo di leggerli. La tua risposta potrebbe essere già qui

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui