Reddito di inclusione REI 2019: requisiti, a chi spetta, novità

Come funzionerà il reddito di inclusione REI 2019? Quali sono i requisiti, a chi spetta e quali sono i moduli per richiedere la Carta Rei nel 2019? Come sarà convertito il REI in reddito di cittadinanza 2019?

Carta rei 2019 requisiti

In attesa di maggiori chiarimenti tecnici dalla legge di bilancio 2019, vediamo insieme come richiedere la carta acquisti REI. Per presentare la domanda reddito di inclusione REI 2019, è necessario avere in corso di validità un modello Isee aggiornato (Il modello Isee 2018 scade il 15 gennaio 2019). Dopo aver presentato il modello precompilato Isee 2019, senza errori ed omissioni, ( le scadenze dell’isee dell’anno 2018 sono due) devi controllare alcuni requisiti familiari ed i requisiti economici indicati sul modello Isee 2019. I requisiti familiari per richiedere Il REI 2019 sono:

  • residenza da almeno due anni, continuativa in Italia (certificata dal Comune di residenza), al momento della presentazione della domanda REI;
  • cittadinanza Italiana, comunitaria o straniero familiare di cittadino italiano e comunitario, titolare di diritto di soggiorno permanente. Gli stranieri extracomunitari, possono presentare la domanda REI, solo se sono in possesso di un permesso di soggiorno di lungo periodo Ce (ex carta di soggiorno).

Per richiedere il Reddito di inclusione REI 2019, sul modello Isee 2019, non devi non superate determinati indicatori:

  • un valore ISEE di importo inferiore o uguale a 6.000 euro; (questo valore è possibile visualizzarlo nell’attestazione del modello Isee: Indicatore Situazione economica Economica Equivalente)
  • un valore ISRE, di importo inferiore o uguale a 3000 euro; (per determinare questo importo bisogna dividere l’ISR, indicato sull’attestazione Isee, per il parametro della scala di equivalenza del modello Isee ai fini del REI).
  • Un valore del patrimonio immobiliare, escludendo la casa di abitazione principale, di importo inferiore o uguale a 20.000 euro;
  • un valore del patrimonio mobiliare di importo inferiore o uguale a: 1. 6.000 euro per i nuclei composti da un solo componente familiare, 2. 8000 euro per i nuclei composti da due componenti indicati sempre nel modello Isee e 3. 10.000 euro per i nuclei composti da tre o più componenti.

Per il calcolo dell’importo del reddito di inclusione REI 2019, ti consigliamo di leggere il nostro articolo: Come si calcola Rei 2018.

REI 2019 modulo di domanda

Dopo aver controllato sia i requisti economici che quelli familiari, devi recarti ai Caf convenzionati con il Comune o ai servizi sociali del tuo Comune di residenza, per presentare la domanda REI con:

  • il modulo REI compilato correttamente in tutte le sue parti;
  • il documento di identità del richiedente non scaduto;
  • il modello REI COM, se uno dei componenti familiari ha lavorato dopo il 1° Gennaio 2017;
  • l’autocertificazione dello Stato di Famiglia (non obbligatorio),
  • la dichiarazione sostitutiva unica 2019 e l’attestazione ISEE (non obbligatorio).

Dopo la presentazione della domanda, entro 30 giorni, riceverai una lettera con l’accoglimento o la reiezione della domanda. In tale lettera sarà indicata la durata del REI e l’importo che prenderai mensilmente. In seguito riceverai un ulteriore avviso al tuo domicilio per ritirare la carta acquisti REI alla posta. Per utilizzare la carta prepagata, dovrai solo attendere il codice Pin, dopo 15/20 giorni dal ritiro della carta.

Non spetta il reddito di inclusione REI 2019 per chi:

  • percepisce la disoccupazione Naspi, la disoccupazione agricola o qualsiasi prestazioni a sostegno del reddito da parte dell’Inps;
  • è intestatario, a qualunque titolo, di autoveicoli, ovvero motoveicoli immatricolati la prima volta, nei ventiquattro mesi antecedenti la richiesta, con esclusione degli autoveicoli e i motoveicoli per cui è prevista una agevolazione fiscale in favore delle persone con disabilità.
  • è intestatario a qualunque titolo o ha anche la piena disponibilità di navi e imbarcazioni da diporto.

Quando decade il REI 2019?

Il Reddito di inclusione REI 2019 decade quando:

  • non si aggiorna correttamente il modello Isee 2019, nel caso di variazioni di residenza del nucleo familiare oppure, quando non si è dichiarato al caf, tutti gli strumenti finanziari in possesso (come buoni fruttiferi o carte prepagate);
  • i redditi derivanti dalle attività lavorative del nucleo familiare, non sono compatibili e superano i parametri relativi alla condizione di bisogno del nucleo del richiedente il rei;
  • non si comunica il modello Rei – Com, nel caso di variazioni di situazioni lavorative o al momento della presentazione della domanda (se qualsiasi componente familiari ha iniziato un’attività lavorativa dopo il 1° gennaio 2018);
  • non si attiva il progetto personalizzato REI dopo 6 ricariche REI Inps, dall’inizio della percezione del beneficio economico rei o non si svolge l’attività lavorativa richiesta dal Comune ed indicata nel progetto. (Questo adempimento telematico è di competenza dei servizi sociali del Comune di residenza).
Potrebbe interessarti anche  Scadenza tasse 2019 dichiarazioni fiscali 730 e Unico

Pagamenti carta Rei 2019

La Carta rei 2019 dura 18 mesi e verrà ricaricata mensilmente dopo i controlli positivi mensili da parte dell’Inps (nella maggior parte dei casi il pagamento avviene a fine mese). Per vedere i pagamenti 2018 del reddito di inclusione REI, ti consigliamo di leggere il nostro articolo: Le date di pagamento della carta REI 2018 Inps. Invece, per controllare il saldo mensile della Carta acquisti Rei 2019, puoi:

  • contattare il nuovo servizio telefonico Inps: Stato domanda REI, chiamando i numeri verdi Inps;
  • chiamare il numero verde Inps 199.100.888 da telefono cellulare (a pagamento) per sapere il saldo della carta;
  • registrarti al numero verde 800.130.640. (In questo caso riceverai un Sms che ti comunicherà il saldo della carta rei);
  • scaricare l’app delle poste, per ricevere un avviso quando viene ricaricata la carta REI 2019;
  • controllare la griglia di pagamento, entrando nel servizio online dell’Inps: REI reddito di inclusione, con il tuo Pin dispositivo Inps, seguendo le istruzioni nel nostro mini video:

Come si utilizza la Carta REI 2019

La carta acquisiti REI è una carta prepagata. Viene ricaricata mensilmente a fine del mese e può essere utilizzata nei negozi convenzionati con il programma carta acquisti. Dal 1° Gennaio 2018, si può prelevare dallo sportello postale, massimo 240 euro mensili ed in caso di pagamento di arretrati rei, il massimale per prelevare rimare uguale. Può essere utilizzata, come una carta prepagata, presso i supermercati e per pagare le bollette di casa all’ufficio postale.

Per visualizzare l’esito della domanda Rei e per controllare le disposizioni dei pagamenti da parte dell’Inps e l’accredito della ricarica REI delle Poste, ti consigliamo di leggere il nostro articolo: Carta rei pagamenti 2018. Se dopo l’esito la domanda risulta negativa, puoi presentare il riesame della domanda, se ne hai diritto, seguendo le istruzioni del nostro articolo: Domanda Rei respinta cosa fare.

Se ancora non hai ricevuto un esito della domanda Rei e ti risulta ancora in lavorazione (a causa dell’aggiornamento del modello Isee presentato in ritardo o per l’invio del modello Rei Com), puoi fare un sollecito per iscritto all’Inps, con il servizio online Inps risponde.

Novità Rei 2019

Il Reddito di inclusione REI dura 18 mesi e durerà sino all’approvazione delle nuova misura, a sostegno delle famiglie, reddito di cittadinanza (sino a Marzo 2019). In particolare, i titolari delle carta REI, dovranno obbligatoriamente rinnovare il modello Isee 2019 a Gennaio 2019, per continuare a percepire i pagamenti, ed attendere le indicazioni tecniche del Ministero del Lavoro e dell’Inps per la trasformazione da reddito di inclusione a reddito di cittadinanza. Come è stato il passaggio dal Sia al REI. Questo passaggio avverrà dal 1° Aprile 2019, dopo che i cittadini avranno fatto domanda per richiedere il reddito di cittadinanza 2019. Per maggiori dettagli tecnici, è indispensabile attendere la legge di bilancio 2019 e le Circolari tecniche dell’Inps.

Riferimenti normativi: Messaggio Inps n. 2120 del 24 Maggio 2018, Messaggio Inps n. 4811 del 30/11/2017 – Dlgs n. 147 del 2017circolare Inps n. 172 del 22 novembre 2017

Valuta l'articolo
[Totali: 31 Media: 2.7]

Dona il tuo 5x1000 a Insindacabili

44 Commenti

  1. Salve io ho fatto il 27 febbraio domanda x carta rei stamattina proprio ho preso la carta aspetto solo il codice ma quanto tempo dura? Ma e vero che quando entra in vigore il reddito di cittadinanza la tolgono? Devo fare la domanda x il reddito di cittadinanza?

    • Entro 15/30 giorni riceverà Il Pin al suo domicilio. Il REI dura sino al suo termine e non si può rinnovare. Solo se presenta la domanda rdc si blocca da aprile in poi.

  2. Salve un informazione io ho rifatto domanda dp i sei medi carta rei e dovrei prenderla per un anno perché mi è arrivvato il foglio dell’INPS che percepisco la rei solo per 4 mesi .???Ho delle mie amiche che anno avuto alcune lo stesso problema mio ma continuano a prenderla quindi è uno sbaglio che ha fatto l’Inps

  3. Ricevo il contributo rei da giugno 2018. Cosa devo fare visto che da gennaio 2019 non ho ricevuto la ricarica di 187.50?

  4. Salve vivo con la mia convivente e mio figlio di 4 anni,o un valore ISEE inferiore a 3000,ma valore ISR di 5.889,volevo capire se presentare domanda e quanto posso percepire..GRAZIE..

    • Se la carta REI è decaduta può fare una domanda sino al 28 Febbraio 2019.

  5. buongiorno sono una mama con due bambini 2 e 4 anni. sono in afitto non lavoro ,lavora solo marito abiamo la machina pero non e nuova ,Il nostro redito non supera. .posso fare per carta rei?Gratie

    • Se l’ISEE non supera 6000 € presenti la domanda

      Cordiali saluti

Comments are closed.